FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Tempo reale

Charlie Hebdo, attentatori ancora in fuga: avvistati a nordest Parigi

Si è conclusa con un nulla di fatto l'operazione della gendarmeria francese nella foresta di Longpont, ma i presunti killer sarebbero stati avvistati dagli elicotteri della polizia nei boschi vicino alla capitale francese

Si è conclusa con un nulla di fatto l'operazione dei reparti speciali francesi sulle tracce dei terroristi di Charlie Hebdo in Piccardia, accanto alla foresta di Longpont. I presunti killer sarebbero però stati avvistati dagli elicotteri della polizia nei boschi a nordest di Parigi setacciati durante la giornata dalle teste di cuoio.

Charlie Hebdo, attentatori ancora in fuga: avvistati a nordest Parigi

Fratelli Kouachi avvistati in boschi a nordest di Parigi

I due fratelli sospettati della strage a Charlie Hebdo, Cherif Kouachi e Said Kouachi, sarebbero stati avvistati dagli elicotteri della polizia tra i boschi a nordest di Parigi, già setacciati tutto il giorno dalle teste di cuoio. Lo riferisce una fonte francese alla Cnn, in assenza per ora di altre conferme.

Obama in ambasciata francese

Il presidente degli Usa, Barack Obama, si è recato all'ambasciata francese di Washington per porgere le condoglianze per le vittime della strage nella redazione di Charlie Hebdo a Parigi. La visita, a sorpresa, dopo l'arrivo di Obama alla Casa Bianca, di ritorno da un viaggio a Phoenix, in Arizona. Il presidente ha osservato un minuto di silenzio e ha stretto le mani al personale dell'ambasciata dopo aver firmato il libro per le condoglianze.

Said Kouachi addestrato da Al Qaeda

Said Kouachi, uno dei fratelli ricercati per la strade a Charlie Hebdo, è stato addestrato ad usare armi ed esplosivi da Aqap, il ramo di Al Qaeda nella Penisola arabica, nel 2011. E' quanto hanno comunicato le autorità francesi agli Stati Uniti, riferiscono i media Usa. L'intelligence sta cercando di mettere insieme i collegamenti dei fratelli con lo Yemen.

Attentatori da anni in lista no-fly degli Usa

I due fratelli ricercati per la strage a Charlie Hebdo erano da anni nella lista delle autorità aeroportuali Usa (no-fly list) e in quella delle persone da tenere sotto controllo per minacce terroristiche. Lo rendono noto le autorità Usa, riferisco i media americani.

Gentiloni: "Lotta a terrorismo non elimina pericolo"

Secondo il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, "il governo italiano ha fatto e sta facendo tutto il necessario per garantire la sicurezza degli italiani". Questo tuttavia non elimina "di per sé la minaccia terroristica, come abbiamo visto a Parigi" con la strage nella redazione di Charlie Hebdo.

Fallite le ricerche nella foresta di Longpont

Si starebbe concludendo con un nulla di fatto l'operazione dei reparti speciali francesi sulle tracce dei terroristi di Charlie Hebdo in Piccardia, accanto alla foresta di Longpont. Secondo i media francesi non sembra nemmeno accertato che la Clio grigia, l'auto sulla quale i fratelli Kouachi sono fuggiti da Parigi, sia stata abbandonata nei paraggi come era stato detto in un primo momento.

Renzi ad Abu Dhabi: "Necessario condannare violenza"

"E' importante riaffermare da qui la necessità e l'urgenza di una condanna della violenza e della follia omicida che ha portato alla strage di Charlie Hebdo. Tutti gli amici della pace e del dialogo devono essere uniti nella lotta contro l'odio per costruire un mondo più sicuro". Così il premier Matteo Renzi da Abu Dhabi.

La Tour Eiffel si spegne in memoria vittime

Le luci della Tour Eiffel si sono spente in memoria delle vittime dell'attacco a Charlie Hebdo. Per decisione del sindaco di Parigi Anne Hidalgo, resteranno spente per qualche minuto, poi pian piano si riaccenderanno per simbolizzare la memoria dei morti.

Domenica summit Usa e ministri Ue a Parigi

Per affrontare la minaccia jihadista ed elaborare una strategia comune, domenica si terrà a Parigi una riunione dei ministri dell'Ue "maggiormente coinvolti" dai terroristi. Lo ha annunciato il ministro francese dell'Interno, Bernard Cazeneuve. Al vertice parteciperanno anche gli Stati Uniti.

La Francia "non tollererà attacchi anti-islamici"

"Condanniamo gli attacchi ai luoghi di culto musulmani. La Francia è una repubblica libera che garantisce libertà di credo. Non tollereremo nessun atto e nessuna minaccia e nessuna manifestazione ostile contro francesi in ragione del loro credo". Gli autori di tali atti "saranno perseguiti e puniti". Lo afferma il ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve dopo l'ondata di piccoli attentati anti-islamici che ha percorso la Francia nelle ultime ore dopo il massacro a Charlie Hebdo.

La Francia mobilita 88mila uomini

Sono stati mobilitati 88mila uomini per la dare la caccia ai due terroristi autori della strage a Charlie Hebdo. Lo ha annunciato il ministero degli Interni francese, secondo quanto riportato da France 24.

Assediati in casa, forse falsa pista

Sarebbe stata una falsa pista quella secondo la quale i due presunti terroristi dell'attacco a Charlie Hebdo, i fratelli Said e Cherif Kouachi, sarebbero barricati in una casa vicino a Crepy En Valois. E' quanto fanno intendere fonti della Gendarmeria. La caccia all'uomo si concentra comunque nelle campagne della Piccardia, ad una sessantina di chilometri da Parigi.

Al Qaeda: "Grazie a chi ha vendicato il Profeta"

"Ringraziamo coloro che hanno vendicato il Profeta". Con una "x" rossa sul volto di Charb è stata ripubblicata sul web la "wanted list" di Al Qaeda. Lo riferiscono gli esperti di monitoraggio dell'estremismo islamico online. Il nuovo manifesto cita la frase "The Dust will never settle down", titolo di uno dei più celebri discorsi dell'imam Anwar al Awlaki Awlaki, delfino di Osama bin Laden, ucciso in Yemen da un drone Usa nel 2011.

Ondata attacchi anti-Islam in Francia

Una serie di piccoli attentati anti-islamici si è verificata in Francia nelle ultime ore, dicono i media francesi. Il più grave si è verificato a Le Mans, nella regione della Loira, dove una moschea è stata attaccata con tre granate da esercitazione, una sola delle quali è esplosa nel cortile, senza provocare feriti.

Il messaggio di Renzi all'ambasciata francese

 

TAG:
Charlie hebdo
Parigi
Eliseo