FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sisma Albania, "soddisfatti anche di 50 vittime" | Si dimette la sindaca di Durazzo dopo gaffe in tv

"Ferita dalla grande e negativa reazione rispetto a un commento rilasciato in una situazione di uno stress", ha provato a spiegare

Albania terremoto sisma Durazzo

Una frase infelice sul sisma, probabilmente male interpretata ma che è costata le dimissioni in Albania alla sindaca di Durazzo, Valbona Sako. "Dobbiamo essere soddisfatti anche di 50 vittime", aveva detto intendendo che il bilancio dei morti sarebbe potuto essere ancora più grave. Dopo queste parole, la Sako è stata travolta dalle critiche, nonostante abbia poi tentato di spiegarsi.    

Durazzo è stata la città più colpita dal potente terremoto nella notte del 26 novembre. La gaffe era stata commessa durante un'intervista all'emittente tv "Top Channel". "Ferita dalla grande e negativa reazione rispetto a un commento rilasciato in una situazione di uno stress che va oltre le mie forze, ho rassegnato la dimissioni dall'incarico", ha quindi annunciato, tramite un post su Facebook, la Sako, in carica da appena 4 mesi.

 

Sono state 26 le vittime solo a Durazzo dove sono crollati due alberghi sulla spiaggia, due palazzi ed una villetta di tre piani. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali