FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siria, nuova vita per Selva: la piccola che "rideva" per le bombe grazie al papà è stata accolta in Turchia

La bambina e la sua famiglia sono stati accolti come profughi nella provincia frontaliera di Hatay

E' diventata famosa in tutto il mondo Selva, la piccola siriana che "rideva" per le bombe. Il video girato dal papà che per non farla spaventare le faceva credere che i bombardamenti siriani e russi su Idlib fossero solo un gioco - un po' come nel film di Benigni La vita è bella - aveva commosso il web. Adesso la piccola di 4 anni potrà iniziare una nuova vita in Turchia. Niente più bombe per lei e la sua famiglia, che sono stati accolti come profughi nella provincia frontaliera di Hatay.

"Spero che la guerra in Siria finisca presto e che io possa tornare", ha detto all'agenzia statale turca Anadolu, il padre della bimba, Abdullah Mohammed, dopo aver ringraziato il governo di Ankara. L'uomo ha anche denunciato la drammatica crisi umanitaria in corso a Idlib. Secondo l'Onu, da inizio dicembre almeno 900mila persone sono fuggite dai raid di Damasco e Mosca verso il confine turco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali