FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siria, Assad accusa: "Francia e Gb pagano i terroristi"

Il presidente Bashar al Assad parla a un giornale russo: "Il voto dopo un esecutivo di unità nazionale"

Siria, Assad accusa: "Francia e Gb pagano i terroristi"

"Il terrorismo è il vero problema. E' sostenuto direttamente dalla Turchia. E' sostenuto direttamente dalla famiglia reale dell'Arabia Saudita e da un certo numero di stati occidentali, in particolare dalla Francia e dal Regno Unito". Questo il "j'accuse" del presidente siriano Bashar al Assad a Sputnik, testata vicina al Cremlino. "Dobbiamo combattere il terrorismo a livello internazionale perché non coinvolge solo la Siria".

Governo di unità nazionale con opposizione - Assad parla poi della fase di transizione in Siria che, secondo lui, deve avvenire "nel quadro dell'attuale costituzione" e deve prevedere "un governo di unità nazionale" che comprenda "varie forze politiche".

Questo esecutivo, aggiunge Assad, deve essere composto da membri "dell'opposizione, indipendenti, dell'attuale governo e altri". L'obiettivo primario del governo di unità nazionale sarebbe quello di "lavorare alla nuova costituzione e farla votare dal popolo siriano", solo dopo la transizione alla nuova costituzione "può avere luogo".

Le pesanti accuse a Londra e Parigi - Il presidente siriano lancia un duro attacco contro alcuni Paesi occidentali: "Francia, Regno Unito e altri Paesi tra cui Turchia e Arabia Saudita appoggiano direttamente il terrorismo attivo in Siria e Iraq". "Il terrorismo è un problema di tutti. È appoggiato direttamente dalla Turchia, dalla famiglia reale saudita, da una parte degli Stati occidentali, soprattutto Francia e Regno Unito", ha detto Assad. Gli altri Paesi occidentali, ha detto, "osservano senza fare nulla di serio" per risolvere il problema.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali