FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Segre al Parlamento europeo: "Ancora oggi qualcuno nega l'Olocausto" 

La senatrice a vita: "Bisogna continuare a combattere questo razzismo strutturale". Tajani: "Intervento emozionante"

"Anche oggi qualcuno non vuole guardare e anche adesso qualcuno dice che l'Olocausto non è esistito". Lo ha affermato Liliana Segre al Parlamento europeo a Bruxelles, parlando della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz. "La gente mi domanda come mai si parli di antisemitismo, di razzismo, ma perché c'è sempre stato e perché è insito negli animi dei poveri di spirito", ha aggiunto la senatrice a vita. 

"Non è che Auschwitz, il 27 gennaio, quel giorno sia stata liberata. I soldati russi si trovarono di fronte uno spettacolo incredibile ai loro occhi allora. Poi diventò uno spettacolo incredibile agli occhi di chi lo volle guardare, qualcuno non lo vuole guardare ancora oggi e dice che non è vero. Lo 'stupore per il male altrui', sono le parole di Primo Levi, quello stupore per il male altrui, nessuno che è stato prigioniero ad Auschwitz lo ha mai potuto dimenticare per un secondo della sua vita", ha detto la Segre. Il suo discorso è stato salutato con un lungo applauso. L'Eurocamera ha poi osservato un minuto di silenzio su richiesta del presidente David Sassoli. 

 

"Giovani sappiano volare sopra i fili spinati" La senatrice ha vita ha chiuso il suo intervento con un messaggio ai giovani, "Questo è un semplicissimo messaggio da nonna che vorrei lasciare ai miei futuri nipoti ideali: che siano in grado di fare la scelta" della non indifferenza "e con la loro responsabilità e la loro coscienza essere sempre quella farfalla gialla che vola sopra i fili spinati". 

 

Durante il suo discorso, Segre ha ricordato la marcia della morte e poi una bambina del campo di Terezin, che - prima di essere uccisa dai nazisti - disegnò una farfalla gialla che vola sopra ai fili spinati. "Anche oggi fatico a ricordare", ha detto la senatrice, provata da molti anni passati a essere testimone dell'Olocausto, "ma mi è sembrato un grande dovere accettare questo invito per ricordare il male altrui, ma anche per ricordare che si può, una gamba davanti all'altra, essere come quella bambina di Terezin".

 

Tajani: "Intervento emozionante" Per il vicepresidente di Forza Italia e presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, è stato un "intervento emozionante". "Il nazismo e il razzismo non sono opinioni, ma crimini", ha scritto su twitter il presidente del Parlamento, David Sassoli.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali