FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sciopero delle ferrovie, Parigi nel caos: auto in coda per oltre 300 Km

Mobilitate anche le scuole che protestano contro la riforma. E il 31 marzo si teme la paralisi totale per lo sciopero indetto da 7 sindacati

Sciopero delle ferrovie, Parigi nel caos: auto in coda per oltre 300 Km

Gravissimi disagi nella viabilità di Parigi in queste ore a causa dello sciopero della rete ferroviaria urbana. Secondo il sito di Le Figaro le code sulle strade che portano alla capitale superano i 325 chilometri (contro i 200 abituali). I lavoratori della Sncf e della Rapt (ferrovie e ferrovie urbane) si sono mobilitati per difendere il loro salario e le condizioni di lavoro.

Difficoltà anche per le scuole: diversi licei sono bloccati dagli studenti che protestano contro la cosiddetta riforma El Khomri (riforma del mercato del lavoro), dal nome dell'attuale ministra del Lavoro, che riduce il pagamento degli straordinari, amplia il ventaglio delle condizioni per i licenziamenti economici e pone un tetto alle indennità per i licenziamenti.

Gli scioperi e le manifestazioni di oggi contro "la distruzione del codice del lavoro" sono considerate come un "aperitivo" della grande mobilitazione del 31 marzo, dietro appello di sette sindacati.

Disagi anche in Italia - Disagi anche in Italia per lo sciopero delle ferrovie francesi. I treni Tgv che collegano il nostro Paese alla Francia sono stati cancellati. A Torino Porta Susa, da dove il primo Tgv per Parigi sarebbe dovuto partire alle 7:39, molti viaggiatori non erano stati informati e hanno scoperto solo all'arrivo in stazione che oggi non potranno raggiungere la Francia in treno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali