FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Regeni, Tajani: "Nessun tentennamento, continua ricerca della verità"

Il capo della Farnesina: "Lavoriamo perché si possa fare piena luce". Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, è fiducioso: "Da parte dell'Egitto c'è volontà di cooperare al 100% con l'Italia"

antonio tajani
Ansa

Sul caso Regeni "nessun tentennamento.

Continuiamo a lavorare per raggiungere la verità, affinché i colpevoli dell'omicidio vengano condannati". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, precisando che "continueremo a insistere con l'Egitto perché si possa fare piena luce e i colpevoli possano essere perseguiti. Ma dobbiamo parlare con l'Egitto su altri temi perché noi abbiamo il dovere di garantire la stabilità del Nord dell'Africa e della Libia".

Anche il ministro della Difesa, Guido Crosetto, è cautamente ottimista: "Penso che avremo verità sul caso Regeni - ha detto a Diario del Giorno su Rete 4 - . Penso ci sia la volontà da parte dell'Egitto di cooperare al 100% con l'Italia, perché c'è la necessità delle due nazioni di parlarsi e cooperare anche per la sicurezza e gli equilibri del Nord Africa. Hanno tutti interesse e volontà - ha concluso Crosetto - nel darci risposte chiare e serie nel tempo più veloce possibile".

"Verità per Giulio Regeni": fiaccolate in tutta Italia a quattro anni dalla scomparsa

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali