FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Pena di morte in Usa, boia non trova la vena: sospesa un'esecuzione in Idaho

Non è la prima volta che accade, alcuni Stati valutano alternative: l’uomo era stato condannato per almeno cinque omicidi

 

Pena di morte in Usa, boia non trova la vena: sospesa un'esecuzione in Idaho - foto 1
ansa

Dopo il caso dell'Alabama di due anni, fa un'altra esecuzione è stata annullata dopo che il boia non sono riusciti per 8 volte a trovare la vena del condannato in cui iniettare il Pentobarbital, un potente barbiturico dall’azione rapida in grado di provocare la morte nel giro di pochi minuti.

Il caso riguarda Thomas Eugene Creech, 73 anni, un serial killer condannato alla pena di morte nell’82 per l’omicidio di un compagno di cella, strangolato un anno prima con un calzino imbottito di metallo.

 

Rimandata l'iniezione letale

 Il direttore del Dipartimento penitenziario dell'Idaho Josh Tewalt ha interrotto l'esecuzione intorno alle 11, circa un'ora dopo l'inizio previsto dichiarando che era "impossibile procedere". Tewalt si è consultato con il leader dell’equipe medica che ha dichiarato di non riuscire a trovare un accesso venoso

"Il sig. Creech verrà riportato nella sua cella e i testimoni verranno scortati fuori dalla struttura. Di conseguenza, la condanna a morte scadrà”, si legge nel comunicato della struttura carceraria, riportato dalla CNN. “Lo Stato valuterà i prossimi passi”. L'esecuzione di Creech è stata interrotta poche ore prima che il Texas giustiziasse nel braccio della morte un altro detenuto, Ivan Cantu, accusato di due omicidi che sostiene di non aver commesso. Secondo il Death Penalty Information Center, a partire da mercoledì sono previste almeno altre sei esecuzioni per quest'anno in tre dei 27 stati con governo federale che prevedono la pena di morte. 

Chi è Thomas Creech

 Thomas Creech, è attualmente il detenuto che si trova da più tempo nel braccio della morte in Idaho. È stato condannato a morte dopo essersi dichiarato colpevole dell'omicidio di un altro detenuto, David Dale Jensen, nel 1981, mentre Creech stava scontando quattro ergastoli, secondo una dichiarazione di gennaio della contea di Ada. Procura. L'uomo è stato condannato per altri quattro omicidi, si legge nella dichiarazione, ed è stato "appurato che ha ucciso altre sei vittime e ha ammesso di aver ucciso più di 40 persone". Infatti, a gennaio, il dipartimento dello sceriffo di San Bernardino, in California, aveva annunciato di aver risolto un cold case di 50 anni prima stabilendo che, all'epoca, Creech aveva ucciso un giovane di nome Daniel Walker. Le esecuzioni sono rare in Idaho. Dal 1976, lo Stato ne ha eseguite solo tre, secondo il Death Penalty Information Center.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali