FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pedofilia, scoperto in Scozia un orfanotrofio dellʼorrore: decenni di abusi e violenze sui bambini

Gli episodi, secondo unʼinchiesta della Bbc, avvennero tra il 1949 e il 1982

Pedofilia, scoperto in Scozia un orfanotrofio dell'orrore: decenni di abusi e violenze sui bambini

Ennesimo caso di pedofilia in Gran Bretagna: un'inchiesta della Bbc ha svelato l'esistenza di un orfanotrofio "degli orrori" gestito da un'istituzione caritativa. All'interno della struttura sarebbero stati condotti per decenni stupri, abusi sessuali e violenze sui bambini. Si tratta della Lagarie Children's Home di Rhu, in Scozia, fiore all'occhiello della Sailors Society, rispettata charity legata alle maggiori chiese protestanti del Regno Unito.

Le violenze furono consumate per almeno 33 anni, fra il 1949 e il 1982: gli ultimi dieci dei quali sotto la direzione del reverendo William Berrie e di sua moglie Marie, accusati post mortem il primo d'aver violentato piccole vittime per "centinaia di volte" e la seconda di avere imposto un regime di percosse e brutalità. La Bbc ha raccolto testimonianze di dolore di bambini d'allora, 50enni o più, che negli anni sono riusciti a elaborare ricordi ed incubi e a venire allo scoperto con denunce pubbliche. La Sailors Society ha diffuso comunicato in si scusa "senza riserve".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali