FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pedofilia, Papa Francesco toglie stato clericale a 2 vescovi in Cile

Si tratta di Francisco José Cox Huneeus, arcivescovo emerito di La Serena, e Marco Antonio Ordenes Fernandez, vescovo emerito di Iquique

Pedofilia, Papa Francesco toglie stato clericale a 2 vescovi in Cile

Papa Francesco ha dimesso dallo stato clericale due vescovi cileni accusati di abusi. Si tratta di Francisco José Cox Huneeus, arcivescovo emerito di La Serena, membro dell'Istituto dei Padri di Schoenstatt, e Marco Antonio Ordenes Fernandez, vescovo emerito di Iquique. "In entrambi i casi - scrive la Santa Sede - è stato applicato l'articolo del Motu proprio 'Sacramentorum Sanctitatis Tutela', come conseguenza di atti evidenti di abuso di minori".

“La decisione adottata dal Papa giovedì 11 ottobre, non ammette ricorso”, si precisa nella nota, in cui si informa che “la Congregazione per la dottrina della fede ha già notificato la decisione agli interessati, attraverso i loro rispettivi superiori e nelle loro rispettive residenze. Francesco José Cox Huneeus continuerà a far parte dell’Istituto dei Padri di Schoenstatt”.

Lo scorso 30 settembre il Papa aveva firmato il decreto con il quale aveva dimesso dallo stato clericale padre Karadime, al centro del caso cileno di pedofilia. Mentre lo scorso giugno il Santo Padre aveva accettato le dimissioni di altri tre vescovi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali