FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pedofilia nelle parrocchie Usa, il procuratore della Pennsylvania: "Il Vaticano sapeva degli abusi"

"Se potremo agire in qualcuno di questi casi, contro ogni ʼprete predatoreʼ o chiunque altro abbia insabbiato il caso, lo faremo"

Il procuratore generale della Pennsylvania, Josh Shapiro, ha dichiarato di avere "le prove che il Vaticano sapeva e ha coperto gli abusi", aggiungendo di non poter parlare "specificatamente di papa Francesco". Shapiro ha spiegato che il grand giurì che si occupa del caso di pedofilia ha trovato, negli archivi segreti della Chiesa, alcune note scritte a mano che descrivono gli abusi e di aver scoperto violenze su oltre mille bambini in 6 diocesi su 8.

"Non c'erano solo abusi sessuali diffusi e stupri di bambini - ha sottolineato Shapiro in un'intervista all'emittente Nbc -: c'era una sistematica copertura che arrivava fino in Vaticano". Ma "quello che abbiamo trovato davvero spaventoso è che i leader della chiesa hanno mentito ai fedeli la domenica, mentito in pubblico, protetto questi predatori, ma hanno documentato tutto e messo negli archivi segreti a pochi passi dai vescovi".

Dalla pubblicazione del rapporto, a metà agosto, la procura ha ricevuto "oltre 700 chiamate alla hot-line per segnalare abusi", ha detto il procuratore: "Se potremo agire in qualcuno di questi casi, contro ogni 'prete predatore' o chiunque altro abbia insabbiato, lo faremo. E' orribile pensare a cosa hanno fatto questi uomini di Dio a questi bambini, e poi hanno dovuto coprirlo intenzionalmente per proteggere questi preti dalla giustizia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali