FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Paura ad Avignone, sparatoria vicino alla moschea: non è terrorismo

Otto le persone rimaste ferite tra cui una bambina di sette anni

La polizia che indaga sulla sparatoria avvenuta nella strada di fronte la moschea di Avignone ha escluso la matrice terroristica di quanto avvenuto. Il magistrato incaricato, Laure Chabaud, ha ipotizzato che a causare la sparatoria possa essere stato un regolamento di conti o una lite fra giovani. "Da quello che sappiamo - dicono gli inquirenti -, i fatti si sono svolti nella strada che costeggia la moschea, ma non sono collegati ad essa".

Otto le persone rimaste ferite tra cui una bambina di sette anni. Secondo quanto riportato dai media locali, la sparatoria è avvenuta davanti alla moschea Arrahma in rue Barcelona, nel quartiere della Grange d'Orel ad Avignone. Due uomini incappucciati sono arrivati a bordo di una Clio. Uno aveva una pistola, l'altro un fucile. Le persone all'interno della moschea si sono date subito alla fuga, dopo che i due hanno cominciato a sparare.

"Da quello che sappiamo finora, la moschea non è stata toccata" dagli spari, "i fatti si sono svolti sulla strada in cui si trova l'edificio, ma senza alcun legame con essa", ha assicurato la procura, scartando la pista del terrorismo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali