FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Parità di genere, il Canada cambia lʼinno nazionale: via la parola "figli"

Il senato approva il cambiamento della canzone, dopo anni di discussioni e battaglie politiche

Via la parola "figli" dall'inno nazionale canadese. Lo ha deciso il senato, ponendo fine ad una discussione durata decenni sulla parità di genere. Il testo della canzone verrà cambiato da "possa l’autentico amore patriottico impadronirsi di tutti i tuoi figli" a "possa l’autentico amore patriottico impadronirsi di tutti noi". Il primo ministro Justin Trudeau, su Twitter, ha dafinito questo cambiamento "un altro passo positivo verso l'uguaglianza di genere".

"Sono molto, molto felice", ha commentato la senatrice canadese Frances Lankin. "Sono passati 30 anni, 30 anni di battaglie per cambiare un inno nazionale che non era inclusivo. Questo è un piccolo passo perchè stiamo parlando solo di due parole, ma in realtà è una passo enorme. Ora possiamo cantare con orgoglio il nostro inno nazionale". La svolta è stata accolta con euforia dall'opinione pubblica, ma soprattutto dalle organizzazioni femministe sostenute dalla scrittrice Margaret Atwood che ha festeggiato anche attraverso i social: "Ringrazio il Senato per aver approvato questa legge".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali