FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

CHIUDI X

Video Tgcom24 -Mondo

Tempo reale

Parigi, identificati i tre terroristi autori della strage a Charlie Hebdo

I tre uomini armati, che hanno fatto fuoco urlando "Vendicheremo il profeta". Il settimanale fu al centro di polemiche per le sue vignette anti-Islam. Per la Procura l'assalto ha causato la morte di 12 persone e il ferimento di altre 11

Attacco armato contro la redazione parigina di Charlie Hebdo. Tre uomini incappucciati sono penetrati nella sede del giornale satirico francese, noto per il suo stile ironico e provocatorio e per le vignette anti-Islam, aprendo il fuoco con kalashnikov e urlando "Vendicheremo il profeta". Secondo la procura ci sono 12 morti, tra cui due poliziotti, e undici feriti. Non trova conferma la notizia dell'arresto dei tre terroristi.

Parigi, identificati i tre terroristi
autori della strage a Charlie Hebdo

Hollande riceve Sarkozy all'Eliseo

Dopo la riunione di crisi con i ministri per la strage a Charlie Hebdo, il presidente francese, Francois Hollande, riceverà alle 9:30 il suo predecessore Nicolas Sarkozy.

Terroristi identificati grazie ai documenti

I due fratelli, Said e Cherif, sarebbero stati riconosciuti grazie alla carta d'identità ritrovata dalla polizia nella Citroen C3 abbandonata dagli attentatori durante la fuga vicino alla porte de Pantin, a Parigi. Il giovane complice, Amid, 18 anni, sarebbe stato alla guida delle diverse auto durante l'attacco e la fuga.

Non trova conferma la notizia dell'arresto

La notizia dell'arresto dei tre sospetti terroristi da parte della polizia non ha trovato conferme. Il quotidiano Liberation, che per primo aveva lanciato la notizia, ora parla di "identificati e localizzati".

Tra le vittime anche il disegnatore Honorè

Tra le 12 vittime dell'attacco alla redazione di Charlie Hebdo c'è anche un altro disegnatore, Philippe Honorè, noto semplicemente come Honorè. Lo riportano numerosi siti francesi, citando fonti dell'inchiesta, secondo cui c'è stata l'identificazione formale da parte di un testimone.

Arrestati i tre sospetti

I tre sospetti attentatori sarebbero stati arrestati: a scriverlo è il sito del quotidiano Liberation.

I ricercati sono due fratelli

La polizia francese sta ricercando Said Kouachi, nato nel 1980 a Parigi, e Chérif Kouachi, nato nel 1982 a Parigi. I due, franco-algerini rientrati a Parigi dopo aver combattuto in Siria, probabilmente sono fratelli. Uno dei due era già stato processato nel 2008, nell'ambito di un'operazione contro una filiera jihadista irachena basata nel 19° arrondissement di Parigi.

Teste di cuoio in azione a Reims

Le teste di cuoio francesi sono entrati in azione a Reims, sulle tracce dei due franco-algerini e di un terzo uomo accusati della strage a Charlie Hebdo.

Gb convoca unità anticrisi

La Gran Bretagna ha convocato per domani una riunione dell'unità anticrisi "Cobra" dopo la stragea Parigi. Lo ha dichiarato il premier britannico David Cameron. A presiederla sarà il ministro degli Interni, Theresa May, che valuterà con i suoi collaboratori la risposta britannica alla minaccia terroristica.

I killer sarebbero due franco-algerini

Gli uomini che hanno compiuto la strage nella redazione di Charlie Hebdo sarebbero due franco-algerini, di 32 e 34 anni, tornati in Francia quest'estate dalla Siria. Lo rivela il sito di Le Point, citando fonti confidenziali. C'è inoltre un terzo ricercato, un giovane "senza fissa dimora", che potrebbe averli aiutati.

In centinaia manifestano a Londra

Centinaia di persone si sono riunite a Trafalgar Square, nel centro di Londra, per esprimere la loro solidarietà alle vittime dell'attacco terroristico al magazine francese Charlie Hebdo. Molti hanno in mano matite, penne e quaderni, per ricordare i giornalisti e i vignettisti uccisi, e cartelli con la scritta "Io sono Charlie".

In Italia stretta sui foreign fighters

Al prossimo Consiglio dei ministri è previsto un giro di vite contro il terrorismo. Secondo fonti del Viminale, verrà approvato un provvedimento che mira a colpire in particolare i foreign fighters, gli stranieri che si arruolano per combattere in medio oriente. Alla misura lavorano da tempo i tecnici del ministero, ma dopo l'attentato a Parigi si stringe sui tempi.

La Spagna alza il livello di allerta

Dopo l'attentato a Charlie Hebdo, il governo di Madrid ha elevato l'allerta antiterrorismo in Spagna, che passa dal livello 2 al 3. Lo ha annunciato in serata il ministro dell'Interno, Jorge Fernandez Diaz, in una conferenza stampa.

Hollande: "Lutto nazionale"

Le vittime dell'attacco a Charlie Hebdo, i feriti, le loro famiglie e chi è loro vicino "sono oggi i nostri eroi". Lo ha dichiarato in un messaggio televisivo il presidente francese Francois Hollande proclamando per domani il lutto nazionale.

Alfano: "Livello di allerta elevatissimo"

"Il livello di allerta è elevatissimo benché non ci siano tracce concrete di segnali specifici di organizzazioni di eventuali attentati in Italia". Lo ha detto il ministro dell'Interno Angelino Alfano nel corso della registrazione della puntata di "Porta a Porta".

Papa: "Ferma condanna per l'orribile attentato"

Papa Francesco esprime "la più ferma condanna" per "l'orribile attentato" che "ha funestato stamane la città di Parigi con un alto numero di vittime, seminando la morte, gettando nella costernazione l'intera società francese, turbando profondamente tutte le persone amanti della pace, ben oltre i confini della Francia". Lo ha detto il portavoce della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi.

TAG:
Charlie hebdo
Parigi
Terrorismo
X

Notizie correlate

TAG:
Charlie hebdo
Parigi
Terrorismo