FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Papa Francesco in visita ad Atene: "Oggi c'è un arretramento della democrazia"

Il Pontefice nella capitale greca ha parlato anche della pandemia: "I vaccini sono necessari, servono sacrifici". Poi si rivolge all'Ue per i migranti 

In un discorso alle autorità greche ad Atene, Papa Francesco ha sottolineato che "dobbiamo constatare con preoccupazione come oggi si registri un arretramento della democrazia, non solo nel Continente europeo". Secondo il Pontefice "essa è complessa, mentre l'autoritarismo è sbrigativo e le facili rassicurazioni proposte dai populismi appaiono allettanti". La democrazia, ha concluso, richiede "fatica e pazienza". 

Nella culla della democrazia - "Qui è nata la democrazia. La culla, millenni dopo, è diventata una casa, una grande casa di popoli democratici: mi riferisco all'Unione Europea e al sogno di pace e fraternità che rappresenta per tanti popoli", ha detto ad Atene. Tuttavia Francesco ha osservato che "la Comunità europea, lacerata da egoismi nazionalistici, anziché essere traino di solidarietà, alcune volte appare bloccata e scoordinata". 

 

La visita di Papa Francesco in Grecia

 

Stoccata all'Ue sui migranti - "Se un tempo i contrasti ideologici impedivano la costruzione di ponti tra l'est e l'ovest del Continente - ha detto - oggi la questione migratoria ha aperto falle anche tra il sud e il nord. Vorrei esortare nuovamente a una visione d'insieme, comunitaria, di fronte alla questione migratoria e incoraggiare a rivolgere attenzione ai più bisognosi perché secondo le possibilità di ciascun Paese siano accolti, protetti, promossi e integrati nel pieno rispetto dei loro diritti umani".

 

La citazione di De Gasperi - Perché "il bene sia davvero partecipato", un'attenzione prioritaria "va rivolta alle fasce più deboli", ha detto il Papa. "E' la direzione da seguire, che un padre fondatore dell'Europa - ha detto riferendosi ad Alcide De Gasperi - indicò come antidoto alle polarizzazioni che animano la democrazia ma rischiano di esasperarla. Un cambio di passo in tal senso è necessario, mentre, amplificate dalla comunicazione virtuale, si diffondono ogni giorno paure e si elaborano teorie per contrapporsi agli altri". Si deve invece "passare dal parteggiare al partecipare; dall'impegnarsi solo a sostenere la propria parte al coinvolgersi per la promozione di tutti", ha spiegato.

 

"Vaccini necessari" - Papa Francesco ha parlato anche della pandemia e dei vaccini. "La pandemia è la grande avversità. Ci ha fatti riscoprire fragili e bisognosi degli altri. Anche in questo Paese è una sfida che comporta opportuni interventi da parte delle Autorità - penso alla necessità della campagna vaccinale - e non pochi sacrifici per i cittadini", ha sottolineato. 

 

La morte e la vita - Infine il Pontefice si è espresso su vita e morte, diritti e cure. "Va sempre privilegiato il diritto alla cura e alle cure per tutti, affinché i più deboli, in particolare gli anziani, non siano mai scartati: gli anziani non siano la parte privilegiata per la cultura dello scarto. La vita è infatti un diritto, non la morte, la quale va accolta, non somministrata", ha concluso nel suo discorso. 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali