FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ungheria, l'opposizione vince le comunali a Budapest: battuto il candidato di Orban

Il candidato del centrosinistra, Gergely Karacsony, conquista la città, amministrata da Istvan Tarlos dal 2010. Orban sconfitto in 11 dei 23 capoluoghi al voto

 Gergely Karacsony

Il partito conservatore di Viktor Orban è stato sconfitto dall'opposizione di centrosinistra alle elezioni comunali di Budapest e anche in altri undici capoluoghi andati alle urne per il rinnovo dell'amministrazione locale. Nove città sono quindi state strappate al partito populista Fidesz del premier. 

Per il partito ultraconservatore si tratta della prima battuta d'arresto elettorale in quasi un decennio. Orban ha subito ammesso la sconfitta ma sottolineando che il suo partito conserva la maggioranza nel Paese. Il candidato dei Verdi nella capitale e vincitore delle primarie tra i partiti di opposizione, Gergely Karacsony, ha ottenuto il 50,86% dei voti sconfiggendo il sindaco uscente Istvan Tarlos, che si è fermato al 44,10%.

 

Karacsony ha vinto in 14 dei 23 distretti di Budapest grazie a desistenze delle altre formazioni, tra cui quella di estrema destra Jobbik. Tarlos ha già telefonato al rivale complimentandosi con lui per il risultato. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali