FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Nuova Zelanda, fondatore di Megaupload verso lʼestradizione negli Stati Uniti

Kim Dotcom e soci sono accusati di pirateria online su scala industriale e potrebbero essere condannati a decenni di prigione

Nuova Zelanda, fondatore di Megaupload verso l'estradizione negli Stati Uniti

Kim Dotcom, l'estroso fondatore del servizio di file-sharing Megaupload, e tre dei suoi soci hanno perso l'ultima possibilità per evitare l'estradizione negli Stati Uniti. Giovedì la Corte d'Appello della Nuova Zelanda ha confermato precedenti sentenze giudiziarie secondo cui gli uomini possono essere consegnati alle autorità degli Usa. Se giudicati colpevoli, Kim Dotcom e soci potrebbero essere condannati a decenni di prigione.

Dotcom, accusato di pirateria online su scala industriale, aveva chiesto alla corte di ribaltare due sentenze precedenti che sancivano il suo trasferimento e di tre coimputati negli Usa per il processo. Il Tribunale si è invece schierato con l'inchiesta guidata dall'Fbi, iniziata nel 2012 con un raid nella villa di Auckland del miliardario fondatore di Megaupload.

"Le evidenze fornite dagli Stati uniti sostengono chiaramente le accuse che i ricorrenti hanno cospirato per violare volontariamente e su vasta scala le leggi sul copyright per trarne un profitto commerciale", ha scritto la corte. Megaupload,è stato chiuso dalle autorità statunitensi all'epoca del raid nel 2012.

Se estradato, Dotcom dovrà essere processato per ricettazione, frode e riciclaggio e rischia fino a 20 anni di carcere. Secondo gli Usa Megaupload ha realizzato profitti illeciti per 175 milioni di dollari ed è costato ai detentori di copyright oltre 500 milioni di dollari con l'offerta di contenuti piratati.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali