FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, media: hacker cinesi rubano dati segreti sulla guerra sottomarina

Le informazioni sono state sottratte a un appaltatore del Naval Undersea Warfare Center, compromettendo centinaia di sistemi meccanici e software

Usa, media: hacker cinesi rubano dati segreti sulla guerra sottomarina

All'inizio del 2018 alcuni hacker al servizio del governo cinese hanno recuperato informazioni altamente riservate degli Stati Uniti su come gestire una guerra sottomarina. Lo riporta il quotidiano Washington Post, precisando che sono stati sottratti i dati da un appaltatore del Naval Undersea Warfare Center a Rhode Island, compromettendo "centinaia di sistemi meccanici e software".

L'attacco pirata segue altre violazioni: la Cina infatti sta cercando di eliminare i vantaggi che l'America ha nella tecnologia militare.

In tutto si tratta di 614 gigabyte di dati del Pentagono che fanno riferimento al progetto "Sea Dragon". L'ex ammiraglio e comandante della Nato, James Stavridis, ha detto al Washington Post che questa mossa garantisce alla Cina "un'idea ragionevole del nostro livello di conoscenza sulla loro specifica piattaforma e riduce profondamente il nostro vantaggio se fossimo nella situazione di dover combattere contro di loro".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali