FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

New York, spari al concerto hip-hop: un morto e 3 feriti

Panico vicino a Union Square, a Manhattan, poco prima dellʼesibizione di T.I.. I presenti hanno temuto un altro Bataclan

E' di un morto e tre feriti il bilancio di una sparatoria avvenuta a New York poco prima dell'inizio del concerto hip-hop dell'artista T.I.. E' successo in Irving Plaza, vicino a Union Square, a Manhattan. I colpi sono stati esplosi intorno alle 22.15 ora locale: nonostante fosse in programma per le 21.30, l'esibizione non era ancora iniziata.

La vittima è un uomo di 33 anni ma le cause della sparatoria, avvenuta mentre sul palco si stavano esibendo altri rapper in attesa del momento clou della serata, sono ancora ignote.

I testimoni raccontano scene di panico tra il pubblico e un fuggi fuggi generale delle centinaia di persone presenti verso le uscite del locale. Inevitabilmente il pensiero di molti è andato a quanto accaduto al teatro Bataclan di Parigi a novembre.

Anche se dalle prime indiscrezioni l'episodio sembra legato alla rivalità tra bande rivali nel mondo rap. Al momento non si registra nessun arresto.

T.I., 35 anni, il cui vero nome è Clifford Harris, è uno degli artisti piu' famosi della scena rap mondiale. Nel 2009 è stato dichiarato colpevole e condannato a un anno di reclusione per episodi legati al possesso di armi.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali