FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nasa, ecco le prime foto scattate da New Horizons: montagne su Plutone

I rilievi, alti fino a 3.500 metri, sarebbero di recente formazione

Nasa, ecco le prime foto scattate da New Horizons: montagne su Plutone

Vicino l'equatore di Plutone sono presenti delle montagne di recente formazione alte fino a 3.500 metri. E' quanto emerge dalle prime eccezionali immagini catturate dalla sonda New Horizons della Nasa. Le fotografie di Plutone e delle sue lune sono state scattate durante il volo radente che ha visto la sonda sfrecciare sul pianeta nano a 14 chilometri al secondo.

Su Plutone, insomma, vi sarebbe un'attività vulcanica. A differenza dei vulcani presenti sulla Terra che eruttano lava, quelli ipotizzati su Plutone eruttano ghiaccio, azoto, metano e monossido di carbonio (criovulcani) ringiovanendo la superficie del pianeta nano. "Quest'attività vulcanica - spiega Fabrizio Capaccioni, dell'Istituto di astrofisica e planetologia dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Iaps-Inaf) - deve essere alimentata da una sorgente di calore interna, come elementi radioattivi presenti nel mantello che decadendo generano calore e una pressione che sfoga in un vulcano".

La densità di Plutone, di due grammi per centimetro cubo (quella del ghiaccio è di un grammo per centimetro cubo), mostra che il pianetino è formato da un nucleo roccioso circondato da un mantello di ghiaccio d'acqua misto ad azoto, metano e di monossido di carbonio, e da una crosta ghiacciata. Questi elementi presenti all'interno di Plutone vengono emessi in superficie dall'attività vulcanica. Se nell'area a forma di cuore di Plutone non sono stati visti crateri da impatto, sulla sua luna più grande, Caronte, invece la sonda potrebbe averne trovato uno e anche molto grande. Le immagini mostrano una grande zona nera che, secondo Capaccioni, potrebbe essere un cratere da impatto.

Zoom into Pluto & discover mountains, seen during yesterday's New Horizons mission #PlutoFlyby: http://go.nasa.gov/1CExavV

Posted by NASA - National Aeronautics and Space Administration on Mercoledì 15 luglio 2015

Plutone infatti non è l'unico protagonista delle foto ravvicinate scattate dalla sonda New Horizons. Anche due dei suoi satelliti, Idra e Caronte, hanno catturato l'attenzione dei tecnici della Nasa. La piccola luna Idra, che misura 43 chilometri per 33, sembra composta prevalentemente da ghiaccio d'acqua. Caronte, il satellite più grande e vicino a Plutone, ha invece una superficie giovane, segnata da crateri e da un canyon profondo fino a 9 chilometri.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali