FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Mozambico, crolla una montagna di rifiuti: 17 morti

Alcune famiglie della zona hanno abbandonato le loro case per il rischio di nuovi crolli

Almeno diciassette persone sono state travolte e uccise da un gigantesco cumulo di rifiuti a Maputo, capitale del Mozambico. Secondo i media locali l'incidente è avvenuto a causa delle forti piogge che hanno colpito il Paese: cadendo, la montagna di rifiuti ha distrutto cinque case e i soccorritori temono che sotto i detriti possano esserci altre vittime. Alcune famiglie della zona hanno abbandonato le loro case per il rischio di nuovi crolli.

Mozambico: "montagna" di rifiuti travolge le case: vittime

"Le informazioni che abbiamo ricevuto dalle autorità locali sono che il numero di persone che vive in queste case supera quello dei decessi, per cui le ricerche proseguiranno", ha dichiarato alla stampa un portavoce dei servizi, Leonilde Pelembe.

"Abito in questo quartiere perché non ho altro dove andare", ha spiegato una abitante del quartiere, Maria Huo. "Sono più di dieci anni che la discarica avrebbe dovuto essere chiusa perché era piena, ma ha continuato a riempirsi di rifiuti", ha denunciato una responsabile di quartiere, Teresa Mangue, intervistata dall'Afp. Le violente piogge che si sono abbattute su Maputo da domenica hanno provocato anche inondazioni, danneggiando strade e case.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali