FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Molestie sessuali, Les Moonves si dimette da ceo di Cbs

Sono almeno una decina le donne che lo accusano di averle aggredite sessualmente

Les Moonves, uno degli uomini più potenti della tv americana, si è dimesso da ceo della Cbs, dopo essere stato travolto dallo scandalo delle molestie sessuali. Il passo indietro di Moonves arriva nel giorno in cui altre sei donne, dalle colonne del New Yorker, hanno denunciato abusi sessuali da parte del top manager.

Moonves era alla guida della Cbs Corporation da 15 anni. Sono almeno una decina le donne che lo accusano di averle aggredite sessualmente, mentre altre lamentano rappresaglie da parte del top manager per non aver accettato le sue avance. Moonves ha ammesso alcuni degli incontri con le donne che lo accusano ma sempre parlando di rapporti consensuali.

Il board della Cbs ha annunciato che l'addio di Moonves ha effetto immediato. Come parte dell'accordo il gruppo ha detto che donerà 20 milioni di dollari a una o più organizzazioni che sostengono l'uguaglianza delle donne sul posto di lavoro. La donazione sarà dedotta dalla liquidazione di Moonves. Liquidazione che il top manager non riceverà fino a che non si saranno concluse tutte le indagini sul suo conto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali