FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, Ue: 1,3 milioni richieste di asilo nel 2016, calo del 7% | In Italia in rialzo del 47%, ma il record è tedesco

Secondo lʼAgenzia dellʼUnione europea per lʼasilo il Mediterraneo centrale è la principale rotta dʼaccesso per i migranti africani verso il Continente, con lʼItalia come il principale punto dʼingresso

Le domande di asilo nell'Ue nel 2016 sono state quasi 1,3 milioni, con un calo del 7% rispetto al 2015 (quando furono vicine ai 1,4 milioni). E' quanto emerge dal rapporto annuale dell'Easo, l'Agenzia europea per l'asilo. I principali Paesi che hanno ricevuto le richieste da parte dei migranti sono stati Germania, Italia, Francia, Grecia e Austria. A presentare le domande sono stati soprattutto siriani, afghani, iracheni, pachistani e nigeriani.

Migranti, le richieste dʼasilo in Europa nel 2016

L'Italia ha ricevuto 123mila domande di asilo: +47% - In particolare l'Italia ha ricevuto quasi 123mila domande d'asilo nel 2016, pari a un aumento del +47% rispetto al 2015. Le 122.960 richieste sono pari al 9,5% del totale Ue. La maggior parte dei richiedenti asilo in Italia sono i nigeriani (22%). Secondo l'Agenzia Ue per l'asilo, la Germania conferma il suo record con 745.155 domande, pari a un aumento del 58% rispetto all'anno precedente e al 58% delle domande d'asilo complessive nell'Ue.

Nel 2016 record di sbarchi dalla rotta del Mediterraneo centrale - La rotta del Mediterraneo centrale ha registrato nel 2016 "un numero record di migranti", soprattutto dall'Africa subsahariana, occidentale e dal Corno d'Africa, che "sono stati individuati mentre passavano illegalmente la frontiera". Si tratta di 181.459 migranti, un aumento del 18% rispetto al 2015. "Questo ha reso il Mediterraneo centrale la principale rotta d'accesso per i migranti africani verso l'Ue, con l'Italia come il principale punto d'ingresso".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali