FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Migranti, la Ong spagnola Proactiva denuncia: sequestrati per 2 ore dalla Guardia costiera libica

Sui social lʼOrganizzazione non governativa spiega di essere stata costretta sotto la minaccia di armi a dirigersi in acque libiche

La ong spagnola Proactiva Open Arms ha fatto sapere tramite i suoi profili social di essere stata sequestrata per due ore da guardacoste libici in acque internazionali e costretta sotto la minaccia delle armi a dirigersi in acque libiche. "Golfo Azzurro liberato naviga verso nord - scrive la ong -. Quasi due ore sequestrati sotto severe minacce e ordini dei guardacoste libici". La Proactiva è una delle 5 ong che hanno aderito al codice di condotta.

Sul profilo Twitter di Proactiva open arms si riporta di altri episodi di tensione con la Guardia costiera libica. In un video datato 9 agosto è registrata la conversazione tra i guardacoste e la Golfo Azzurro, durante la quale sono stati anche sparati colpi in aria.

"Non vogliamo sospendere le nostre attività, non abbiamo nessuna notifica ufficiale, e quindi continuiamo", spiega però la portavoce della Ong, Laura Lanuza. La nave di Proactiva solca il Mediterraneo dal 2016, e da allora ha salvato circa 18mila persone.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali