FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

M.O., scontri per la demolizione della casa di un miliziano: almeno 3 morti

Tensione a Ramallah, in Cisgiordania. Almeno dieci palestinesi armati hanno aperto il fuoco contro le forze israeliane

M.O., scontri per la demolizione della casa di un miliziano: almeno 3 morti

Almeno tre palestinesi sono rimasti uccisi e numerosi altri feriti durante scontri avvenuti nella notte a Kalandya (Ramallah), in Cisgiordania. Il caos, come riferito dall'agenzia Maan, è scoppiato in seguito alla demolizione della casa di un miliziano palestinese da parte dell'esercito israeliano. Si sono sviluppati disordini con il lancio di sassi e di bottiglie incendiarie in direzione dei militari, che hanno subito risposto.

Secondo il portavoce militare, la casa rasa al suolo apparteneva a Muhammad Abu Shaheen, che a giugno uccise a freddo un israeliano mentre si trovava in escursione in Cisgiordania.

Le operazioni militari sono durate oltre tre ore. Almeno dieci palestinesi armati hanno aperto il fuoco contro le forze israeliane e centinaia di altri hanno cercato di impedirla con il lancio di sassi e bottiglie incendiarie. Il bilancio di tre vittime è stato fornito dalla radio militare. Fonti locali, però, confermano finora due morti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali