FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Londra, resta in carcere l'agente accusato di aver rapito e ucciso la 33enne Sarah Everard

La donna era scomparsa il 3 marzo mentre stava tornando a casa dopo aver fatto visita ad amici nel sud di Londra. I suoi resti sono stati trovati poi nel Kent

Resta in carcere l'agente di Scotland Yard, Wayne Couzens, accusato del rapimento e dell'omicidio della 33enne Sarah Everard. Lo ha deciso il giudice davanti a cui il poliziotto si è presentato, stabilendo la custodia cautelare fino alla prossima udienza, prevista per martedì 16 marzo. L'agente 48enne è rimasto in piedi per tutta la durata della lettura delle accuse a suo carico. 

La vicenda ha sconvolto il Regno Unito, scatenando una raffica di pubbliche denunce di traumatiche esperienze personali di diverse donne. In generale, sono emersi diffusi timori, proprio da parte di molte donne, di ritrovarsi la sera a camminare da sole, come è accaduto a Sarah. Un'ondata di rabbia che il governo londinese si ritrova ora ad affrontare sullo sfondo di polemiche che chiamano in causa da più parti la polizia. Sarah Everard è scomparsa il 3 marzo mentre tornava a casa dopo aver fatto visita ad amici nel sud di Londra. I suoi resti sono stati ritrovati nel Kent, a 80 chilometri circa da dove era stata vista l'ultima volta. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali