FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La Nasa rivela: "Tempesta solare ha reso Marte un deserto"

Le analisi dei dati della sonda Mavel, in orbita da settembre 2014, hanno rivelato cosa ha distrutto lʼatmosfera del Pianeta Rosso. Milioni di anni fa cʼerano fiumi e oceani e tutte le condizioni necessarie per la vita

La Nasa rivela: "Tempesta solare ha reso Marte un deserto"

E' stata una potentissima tempesta solare a distruggere l'atmosfera su Marte. La sonda della Nasa Maven, in orbita da settembre del 2014, ha svelato il mistero del Pianeta Rosso. Un violento sciame di particelle ha bombardato il corpo celeste demolendo completamente il campo magnetico che ne proteggeva l'atmosfera.

La Nasa rivela: "Tempesta solare ha reso Marte un deserto"

Milioni di anni fa Marte era un pianeta temperato, umido e protetto da una spessa atmosfera. Sul Pianeta Rosso scorrevano lunghi fiumi che si riversavano nei laghi e negli oceani. Il corpo celeste aveva un aspetto molto diverso da quello arido e secco di oggi e i ricercatori si sono chiesti per secoli cosa fosse successo.

I dati raccolti dalla sonda della Nasa Mavel hanno svelato la causa: la risposta è nel vento solare. I venti solari, carichi di particelle provenienti dal Sole, hanno eliminato dal pianeta gas come l'ossigeno e l'anidride carbonica, elementi indispensabili per la vita, distruggendo il campo magnetico di Marte.

Durante l'eruzione di forte intensità avvenuta sul Sole l'8 marzo 2015, i sensori di Maven hanno infatti osservato che il vento solare ha prodotto una rotazione del campo magnetico marziano così forte da scagliare via dall'atmosfera filamenti di particelle cariche (ioni). In piccolo l'evento del 2015 ha provocato qualcosa di molto simile a ciò che accadde quando l'atmosfera del pianeta fu quasi completamente distrutta.

E la ricerca ha inoltre permesso di scoprire, negli strati più bassi dell'atmosfera marziana, aurore boreali molto simili a quelle che avvengono sulla Terra. Nel nostro pianeta le aurore boreali si formano quando le particelle cariche provenienti dai venti solari entrano nel campo magnetico terrestre. Ma su Marte, secondo i ricercatori, questo fenomeno deve essere causato da residui di campo magnetico sparsi sulla crosta del pianeta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali