FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Londra, giro di vite sugli immigrati: via anche gli europei disoccupati

La proposta del ministro May: "Livello divenuto non sostenibile". Vertice Ue dʼemergenza convocato per il 14 settembre a Bruxelles

Londra, giro di vite sugli immigrati: via anche gli europei disoccupati

Il ministro britannico dell'Interno, Theresa May, chiede una riforma della libera circolazione nell'Ue, in modo da autorizzare la permanenza in Inghilterra soltanto a chi possiede un lavoro, chiudendo invece le porte ai disoccupati stranieri dell'Unione, in deciso aumento. La May definisce l'attuale livello dell'immigrazione "non sostenibile", in quanto mette troppa "pressione sulle infrastrutture e i servizi pubblici".

In un editoriale sul Sunday Times, la May sostiene che "ridurre l'immigrazione al netto dall'Ue non significa un mancato rispetto del principio di libera circolazione. Quando è stato inizialmente sancita, libera circolazione significava libertà di spostarsi per lavorare, non libertà di attraversare le frontiere per cercare un lavoro o usufruire delle politiche previdenziali". Secondo il ministro, l'immigrazione dai paesi Ue è più che raddoppiata rispetto al 2010, ed "è per questo che la volontà del governo di rinegoziare la relazione della Gran Bretagna con l'Ue è così importante".

Bruxelles convoca una riunione d'emergenza il 14 settembre - Intanto, per il 14 settembre è stata convocata la riunione ministeriale d'emergenza dell'Unione europea sull'immigrazione. L'appuntamento è stato fissato per "rafforzare la risposta" dell'Ue alla situazione sempre più critica dei migranti. L'incontro, che era stato chiesto dai ministri dell'interno di Francia, Germania e Gran Bretagna, si terrà a Bruxelles nel pomeriggio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali