FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Immigrazione, in Danimarca nascono i quartieri ghetto per tenere a "bada" gli stranieri

“Quarta Repubblica” spiega come lo Stato, attraverso pene aumentate e differenziate, controlla le cosiddette “società parallele”

La Danimarca che per anni è stata esempio di buona accoglienza ha cambiato volto. Il governo uscente del liberale Lars Rasmussen ha approvato con l'appoggio della sinistra socialdemocratica delle leggi più dure contro l'immigrazione. Si tratta del pacchetto anti-ghetto. "Se commetti un omicidio in uno di questi quartieri - spiega l'avvocato, Henrik Stagetorn, ai microfoni di "Quarta Repubblica" - vai incontro a 18 anni di carcere. Se, invece, ciò accade dall'altra parte della strada o in centro, la pena sarà, di 12 anni". 

Pene aumentate e differenziate per spaccio di droga, rapine e vandalismo. E' questa la ricetta della Danimarca per tenere a bada i migranti nelle cosiddette "società parallele". Le aree in cui le pene sono state raddoppiate sono quelle dove la popolazione straniera è maggiore di quella danese. Dove quasi la metà dei residenti non lavora e la percentuale di condannati per reati violenti supera di tre volte la media nazionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali