FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

I reali contro la stampa inglese per violazione della privacy: Meghan fa causa al "Mail on Sunday" 

Il principe Harry la sostiene: “Mia moglie soffre come mia madre, non voglio che la storia si ripeta”

Meghan e Harry uniti nel contrapporsi alla stampa inglese. La duchessa del Sussex ha fatto causa al tabloid Mail on Sunday e il principe l'ha sostenuta. "Meghan soffre come mia madre prima lei e le conseguenze possono essere terribili", ha spiegato Harry. Le vicende familiari di Meghan sono sempre state sotto i riflettori. A febbraio però il giornale britannico ha oltrepassato il segno pubblicando una lettera privata che la duchessa aveva scritto al padre, Thomas Markle, poco dopo il royal wedding.

"Ho perso mia madre e ora vedo mia moglie vittima degli stessi poteri", ha dichiarato il principe. Il Mail on Sunday ha risposto facendo riferimento alla libertà di stampa e al diritto dei lettori a essere informati. I reali sostengono però che la privacy di Meghan sia stata continuamente violata negli ultimi mesi e lamentano la diffusione di false notizie. Lo studio legale Schillings, che rappresenta la duchessa del Sussex, ha accusato il giornale di aver condotto "una campagna di storie false e denigratorie"

 

"La mia paura più grande", ha concluso Harry, "è che la storia si ripeta: ho già visto cosa succede quando l’immagine di una persona è mercificata tanto da non essere più considerata un essere umano".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali