FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Huawei, estradizione di Meng Wanzhou negli Usa: per la Cina "persecuzione politica"

In Canada il ministro della giustizia fa partire lʼiter per permettere che la manager cinese venga giudicata negli Stati Uniti

Huawei, estradizione di Meng Wanzhou negli Usa: per la Cina "persecuzione politica"

L'ambasciata cinese in Canada ha definito "persecuzione politica" la decisione di avviare il processo di estradizione verso gli Usa di Meng Wanzhou, la direttrice finanziaria di Huawei, colosso cinese delle telecomunicazioni. La rappresentanza diplomatica si è definita "totalmente insoddisfatta" per la decisione, a cui si oppone "con fermezza".

Il 6 marzo ci sarà un’udienza che deciderà se la donna può lasciare il Canada, dopo essere stata arrestata a Vancouver agli inizi di dicembre. Sarà però il ministro della Giustizia canadese ad avere l’ultima parola sull’estradizione. 
 
Dalla Cina la decisione è stata giudicata come un grave incidente politico: "Sollecitiamo ancora gli Usa a ritirare la richiesta di estradizione - fa sapere in una nota il ministro degli Esteri cinese - e chiediamo al Canada il suo rilascio immediato”. 
 
Lady Huawei è accusata negli Stati Uniti di aver violato le sanzioni contro l'Iran. Su di lei pendono più di venti contestazioni formulate dal dipartimento di giustizia Usa a gennaio. Il 20 febbraio il padre di Meng e fondatore di Huawei, ha parlato ai microfoni della Cbs dell’arresto della manager come di un "atto motivato politicamente".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali