FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Helly Luv, la Beyoncé curda che infastidisce lʼIsis: "Mi vogliono morta"

La popstar di origine iraniana è lʼidolo delle truppe peshmerga. I jihadisti la definiscono "un insulto alle donne" per il suo stile di vita

Nel videoclip di "Revolution", uno dei suoi più grandi successi, Helly Luv, cantante e attrice curda di origini iraniane, combatte contro l'Isis con décolleté dorate, capelli rosso fuoco e tuta mimetica. Questa Beyoncé del Medio Oriente, forte e determinata, per i peshmerga è diventata un vero idolo, ma per i jihadisti rappresenta un "insulto alle donne" ed è quindi da eliminare.

Helly Luv, la Beyoncé curda che infastidisce lʼIsis

Protagonista di "Peshmerga", film presentato all'ultima edizione di Cannes dal filosofo e giornalista Bernard-Henri Lévy, Helly si è sempre schierata a sostegno del popolo curdo e dei miliziani peshmerga che combattono l'Isis. E' per questo motivo che i jihadisti "la vogliono morta", oltre che per lo stile di vita "dissoluto" che conduce. "È un insulto vivente a tutte le donne", scrivono su Twitter i militanti dello Stato Islamico, ricoprendola di insulti.

Helly è ormai una star. A 18 anni è volata a Los Angeles per inseguire il suo sogno: essere una donna libera di cantare e ballare. Diventata famosa nel 2013, con il brano "Risk it all", oggi si è guadagnata una fama mondiale e vanta milioni di seguaci sui social e visualizzazioni sul canale You Tube.

Scorrendo tra le foto postate sul suo profilo Instagram, ci sono diverse foto che ritraggono Helly insieme ai rifugiati o nei campi profughi: sotto gli hashtag #stopthewar e #peace, la cantante e attrice invoca il cessate il fuoco nei territori dilaniati dalle bombe. Nonostante le minacce ricevute, l'Isis non le fa paura: la musica è l'arma con cui continua a difendere il suo popolo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali