FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Haaretz: "La Siria ha usato armi chimiche contro lʼIsis"

Il quotidiano israeliano attacca il regime di Assad: utilizzato gas sarin in risposta a un attacco dello Stato islamico. Kerry a Ginevra: si tratta per una tregua ad Aleppo

Haaretz: "La Siria ha usato armi chimiche contro l'Isis"

Il regime di Bashar Assad ha impiegato armi chimiche contro l'Isis ad est di Damasco nonostante l'accordo del 2013 sul loro smantellamento. Secondo quanto riferito dal quotidiano israeliano "Haaretz", il fatto è avvenuto una settimana fa. Probabilmente il gas sarin è stato utilizzato dopo che i militanti dello Stato Islamico hanno attaccato due basi dell'aviazione siriana considerate risorse militari vitali.

Kerry a Ginevra per la tregua ad Aleppo - Intanto proseguono gli sforzi diplomatici. Il segretario di Stato Usa, John Kerry, è a Ginevra per discutere con l'inviato dell'Onu Staffan de Mistura e con i ministri degli Esteri di Giordania e Arabia Saudita per ristabilire il cessate-il-fuoco in Siria e soprattutto ad Aleppo.

"Discutiamo direttamente con i russi - ha detto Kerry - Auspichiamo di fare dei progressi. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite ha fatto appello per una cessazione delle ostilità in tutto il Paese e ha anche chiesto che gli aiuti umanitari possano accedere a tutte le zone del Paese". Attualmente, in Siria, è in vigore un "congelamento" delle ostilità da cui è stata esclusa Aleppo.

Raid della Coalizione nel Nord della Siria: uccisi 63 jihadisti - E' di 63 militanti dell'Isis uccisi il bilancio di due giorni di bombardamenti compiuti nel nord della Siria dall'artiglieria turca e dai droni della Coalizione internazionale a guida Usa. Lo riferisce l'agenzia statale turca Anadolu, secondo cui 29 jihadisti sono morti in raid compiuti oggi da quattro droni MQ-1 Predator della Coalizione, decollati dalla base aerea di Incirlik, nel sud della Turchia. Altri 34 erano rimasti uccisi domenica in bombardamenti dell'artiglieria di Ankara dalla provincia sudorientale di Kilis, colpita nelle ultime settimane da ripetuti attacchi a colpi di mortaio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali