FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gran Bretagna: questa settimana il più grande sciopero dei treni della storia

Oltre 40.000 dipendenti delle ferrovie del Regno Unito scendono in piazza contro i numerosi tagli del personale e degli stipendi 

Sciopero, lavoratori, Gran Bretagna, Londra, giugno 2022
Adnkronos

Rmt (Unione Nazionale dei Lavoratori Ferroviari, Marittimi e Trasporti), uno dei sindacati più militanti d'Inghilterra, ha appena annunciato lo sciopero generale che coinvolgerà l' intera rete ferroviaria britannica nei giorni di martedì e poi giovedì 23 e sabato 25 giugno, con ripercussioni previste anche negli altri giorni della settimana.


Il motivo dello sciopero -

Negli ultimi mesi, una serie di

scioperi giornalieri dei trasporti

avevano già reso impossibile spostarsi, ultimi soprattutto in concomitanza con lo stop della Tube, la metropolitana di Londra. O
a, si aggiungono anche quelli dei treni.
Sono oltre

40.000 i dipendenti

delle ferrovie del Regno Unito che incroceranno le braccia a seguito dei

numerosi tagli del personale

e il

congelamento degli stipendi,

nati a causa dell'emergenza sanitaria e dopo il fallimento dei negoziati su salari e condizioni di lavoro.


L'azione sindacale è stata autoproclamata come 

"il più grande sciopero dei treni della storia", 

da quello dei minatori del 1984.  "C'è una crisi dei costi della vita ed è inaccettabile che i lavoratori ferroviari perdano il loro lavoro o debbano affrontare un altro anno di paga congelata mentre l'amate continua ad aumentare" -  ha commentato il segretario generale della Rmt,

Mick Lynch

. " Se vogliono evitare i mesi di cessazione, inserire sulle

nuove proposte per i lavoratori

" .


 


Le date scelte -

 Non sono per niente casuali le giornate scelte per il nuovo sciopero: in questi giorni, sono previsti alcuni degli eventi più seguiti dell'estate inglese, come ad esempio il

festival di Glastonbury

, in cui è prevista la partecipazione di
circa 200 mila persone.
 


Braccio di ferro tra governo e sindacati -

 Nonostante qualche

tentativo di mediazione, la

posizione dell'esecutivo Tory resta rigida nei confronti dei sindacati. Il governo conservatore britannico , guidato da

Boris Johnson

, vuole sostituire i dipendenti delle ferrovie che scioperano a giugno con i lavoratori delle agenzie di lavoro temporaneo. Mentre il

Ministro dei trasporti

,

Grant Shapps, ha parlato di sciopero disastroso per il settore e, in un'intervista al Sunday Telegraph, ha dichiarato di voler cambiare la legge che regola il diritto di sciopero, che risale al governo laburista di Tony Blair.


Sciopero dei minatori, Gran Bretagna, 1984-1985
Wikipidia


Lo sciopero del 1984/85 - 

Lo sciopero più lungo della storia del Regno Unito fu quello dei minatori, tra il 6 marzo 1984 e il 3 marzo 1985, durante il governo di

Margaret Thatcher.

 La protesta dei minatori ei mesi di mobilitazioni che vogliono dividere e dodici infiammato il paese, si scatenò in seguito alla decisione di chiudere la miniera di carbone di Cortonwood, nello Yorkshire, primo verso lo smantellamento di altri venti siti estrattivi, che dovrebbe comportato la

perdita di 20.000 posti di lavoro

.
L'Unione nazionale dei minatori (NUM) guidata da Arthur Scargill, nel corso di un intero anno, avrebbe dato vita a picchetti quotidiani, mobilitazioni e duri scontri con le forze dell'ordine per poi alla fine ammettere  la sconfitta. 


 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali