FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Francia, un autista schiaffeggia studente e rischia licenziamento: verrà salvato da una petizione? | Video

Oltre ottantamila firme raccolte in poche ore a difesa dellʼuomo sottoposto a sospensione dal servizio. Aveva dato un ceffone allʼadolescente che gli aveva tagliato la strada e lo aveva insultato

Un video ha messo alla gogna l'autista di un bus locale a Arcueil, in Francia. L'uomo, dopo aver schivato uno studente che attraversava senza guardare, è stato ripreso mentre schiaffeggia l'adolescente, reagendo ai suoi insulti. Per questo ora il dipendente della Rapt rischia la sospensione del servizio. Intanto il Paese si è diviso e in poche ore la petizione online per evitare il licenziamento ha raccolto oltre 80mila firme.

La vicenda risale a giovedì 13 settembre. Nel marasma dell'uscita degli studenti dalle scuole, un autista della linea 323 si vede attraversare all'improvviso la strada da un giovanissimo, che poi inizia a ridere e a insultarlo con i suoi compagni. Costretto a una brusca frenata, l'uomo allora lascia il volante, scende dal mezzo e dà un ceffone all'adolescente che scoppia a piangere. Il tutto avviene davanti all'occhio dello smartphone di un altro studente.

Il video, poi, finisce sui social e scoppia la polemica tra chi prende le parti dell'autista, che rischia il licenziamento, e chi quelle del ragazzo. L'uomo al centro della bufera, padre di due figli, si è detto pentito del gesto, ma la sua azienda di trasporti, la Rapt, ha avviato un'indagine disciplinare. "Ciò che ha fatto - ha reso noto la società - è contrario ai principi e ai valori di chi lavora nei servizi pubblici".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali