FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

G7: i leader mondiali e le contestazioni a Biarritz

Eʼ iniziato a Biarritz, in Francia, il G7 e si concluderà lunedì pomeriggio. Il vertice dei leader mondiali affronterà vari temi: dalla lotta contro le disuguaglianze al clima, dalla lotta al terrorismo allʼAmazzonia. Questa è la settima volta dal 1975 che la Francia ospita lʼevento sul suo territorio, lʼultimo si era verificato nel 2011 a Deauville sotto la presidenza di Nicolas Sarkozy. Prima dellʼinizio ufficiale, cʼè stato un pranzo non programmato tra il presidente francese Macron e quello americano Trump. Dalle 19:30 al faro di Biarritz, Emmanuel e Brigitte Macron accoglieranno uno a uno i membri del gruppo: Justin Trudeau (Canada), Angela Merkel (Germania), Giuseppe Conte (Italia), Shinzo Abe (Giappone), Boris Johnson (Regno Unito) e Donald Trump (Stati Uniti). Il premier italiano, appena arrivato, ha dichiarato: "Sono fasi delicate per il presente e il futuro della nostra Nazione che, però, non possono farci distogliere lo sguardo dalle grandi sfide globali che inevitabilmente si riflettono anche sul nostro Paese. Sfide che investono lʼeconomia, il commercio, la sicurezza, la politica estera, con particolare attenzione allo sviluppo sostenibile, alla lotta ai cambiamenti climatici e alla tutela dell’ambiente. Siamo fortemente preoccupati da quanto sta accadendo in Amazzonia, il polmone verde del mondo, devastata dai roghi. Si tratta di temi che in questi 14 mesi sono stati sempre al centro dei miei interventi in tutte le sedi internazionali e di cui discuteremo anche nelle prossime ore al G7". A margine dei lavori intanto continuano le proteste e i cortei iniziati venerdì contro le politiche neoliberiste a scapito dellʼAmbiente e dei diritti promosse dai big mondiali.

G7: i leader mondiali e le contestazioni a Biarritz

clicca per guardare tutte le foto della gallery

E' iniziato a Biarritz, in Francia, il G7 e si concluderà lunedì pomeriggio. Il vertice dei leader mondiali affronterà vari temi: dalla lotta contro le disuguaglianze al clima, dalla lotta al terrorismo all'Amazzonia. Questa è la settima volta dal 1975 che la Francia ospita l'evento sul suo territorio, l'ultimo si era verificato nel 2011 a Deauville sotto la presidenza di Nicolas Sarkozy. Prima dell'inizio ufficiale, c'è stato un pranzo non programmato tra il presidente francese Macron e quello americano Trump. Dalle 19:30 al faro di Biarritz, Emmanuel e Brigitte Macron accoglieranno uno a uno i membri del gruppo: Justin Trudeau (Canada), Angela Merkel (Germania), Giuseppe Conte (Italia), Shinzo Abe (Giappone), Boris Johnson (Regno Unito) e Donald Trump (Stati Uniti). Il premier italiano, appena arrivato, ha dichiarato: "Sono fasi delicate per il presente e il futuro della nostra Nazione che, però, non possono farci distogliere lo sguardo dalle grandi sfide globali che inevitabilmente si riflettono anche sul nostro Paese. Sfide che investono l'economia, il commercio, la sicurezza, la politica estera, con particolare attenzione allo sviluppo sostenibile, alla lotta ai cambiamenti climatici e alla tutela dell’ambiente. Siamo fortemente preoccupati da quanto sta accadendo in Amazzonia, il polmone verde del mondo, devastata dai roghi. Si tratta di temi che in questi 14 mesi sono stati sempre al centro dei miei interventi in tutte le sedi internazionali e di cui discuteremo anche nelle prossime ore al G7". A margine dei lavori intanto continuano le proteste e i cortei iniziati venerdì contro le politiche neoliberiste a scapito dell'Ambiente e dei diritti promosse dai big mondiali.