FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Colombia, gli ippopotami di Pablo Escobar fuggono dalla tenuta e seminano il terrore per strada

Nel 1981 il re della droga aveva comprato quattro ippopotami per il suo zoo personale. Ora sono 40 e sono diventati un problema

Sono passati 23 anni dalla sua morte, ma il re della droga Pablo Escobar continua a seminare il terrore. I quattro ippopotami che nel 1981 aveva comprato allo zoo di San Diego per la sua Hacienda Nápoles - un'enorme tenuta completa di parco e animali selvatici a Puerto Triunfo, in Colombia - col passare del tempo sono diventati 40. E sono diventati un problema.

Gli ippopotami di Pablo Escobar nella tenuta colombiana di Hacienda Nápoles

Fuggono dalla tenuta, vagano per le campagne mangiando le colture, si riversano per le strade della vicina La Dorada spaventando la gente. L'ultimo spiacevole episodio è avvenuto qualche giorno fa proprio vicino a La Dorada. Un ippopotamo si è allontanato da Hacienda Nápoles, si è incamminato per le vie della città e ha seminato il panico tra alcuni bambini che giocavano per strada. Una delle mamme ha raccontato di aver sentito le urla dei piccoli che scappavano: "Ho pensato che qualcuno fosse stato attaccato. Sono incredibilmente aggressivi e grandi, sono pericolosi e qui abbiamo tutti paura".

Gli ippopotami comprati da Escobar erano inizialmente quattro, tre femmine e un maschio, che è ancora felicemente in vita ed è il capofamiglia. Nel parco di Puerto Triunfo le condizioni per questi animali sono idilliache. Molta acqua, vegetazione rigogliosa, clima perfetto e zero predatori. Essendo anche sessualmente molto attivi, gli ippopotami di Escobar si sono riprodotti in fretta. Tanto che quello del re della cocaina è diventato il più grande branco selvaggio al di fuori dell'Africa.

La tenuta di Hacienda Nápoles si trova a Puerto Triunfo, nella valle del fiume Magdalena, ed era stata acquistata da Pablo Escobar nel 1978. Valutata 63 milioni di dollari, aveva una superficie di 7400 acri (2.995 ettari) ed era il luogo di incontro dei leader del cartello di Medellin. Oltre a 20 laghi artificali, sei piscine, hotel di lusso, un'arena e un aereoporto, al suo interno c'era anche il safari personale di Escobar con rinoceronti, elefanti, cammelli, ippopotami, zebre, giraffe, gru, cervi, canguri, fenicotteri, struzzi, un paio di pappagalli neri unici al mondo. Sequestrata negli anni '80, adesso Hacienda Nápoles è un parco a tema.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali