FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caso Aquarius, Conte: "Macron parla per la Francia non per lʼUe"

Da New York, dove ha partecipato allʼAssemblea generale Onu, arriva la replica del presidente del Consiglio alle parole del presidente francese che ha accusato lʼItalia di non rispettare le regole

Caso Aquarius, Conte: "Macron parla per la Francia non per l'Ue"

"Se Macron - a quanto mi riferite - dice che l'Italia ha una crisi politica in atto con l'Ue, io rispondo che lui rappresenta la Francia, l'Europa è composta da 27 Paesi. Se parla per la Francia va benissimo: l'Italia non ha un problema con Parigi". Lo ha affermato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a margine dell'Assemblea generale dell'Onu, replicando alle accuse di Macron di non aver rispettato le leggi internazionali sul caso Aquarius.

Migranti, "l'Italia ha salvato l'onore dell'Europa" - "L'Italia non ha problemi con la Francia - ha ribadito il presidente del Consiglio -. Ci sono stati 588mila sbarchi in 5 anni, l'Italia ha la coscienza a posto, l'Italia non è contro l'Europa, ha fatto il suo, ha salvato l'onore dell'Europa, come ci è stato riconosciuto".

"Lascio all'amico Macron libertà di opinione ma a volte quando si esprime un'opinione si sbaglia", ha aggiunto. "Non voglio entrare in polemica con l'amico Macron - ha chiarito -. Lui rappresenta la Francia".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali