FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Brexit, ok dei Comuni al rinvio ma lʼEuropa avverte: "Gb fuori il 1° giugno se non partecipa alle elezioni"

Il vertice straordinario pronto a concedere la proroga, ma pone paletti allʼestensione dellʼuscita: Londra "non dovrà minare il regolare funzionamento" delle istituzioni Ue

Brexit, ok dei Comuni al rinvio ma l'Europa avverte: "Gb fuori il 1° giugno se non partecipa alle elezioni"

E' arrivato il via libera dalla Camera dei Comuni di Londra alla richiesta per un rinvio della Brexit al 30 giugno. E' stata infatti approvata, con 420 sì e 110 no, la mozione presentata dal governo May. La premier formalizzerà dunque mercoledì, al vertice Ue, la sua domanda in vista di una proroga flessibile della Brexit. Molti voti contrari sono arrivati dai falchi conservatori ribelli, che vorrebbero un divorzio no deal alla scadenza del 12 aprile.

Subito è però arrivata una precisazione del Consiglio europeo, che sottolinea come l'estensione non dovrà "minare il regolare funzionamento" delle istituzioni. "Se la Gran Bretagna sarà ancora un membro dell'Ue il 23 e 26 maggio 2019 e se l'Accordo di recesso non sarà stato ratificato entro il 22 maggio", si legge nella bozza di conclusioni del vertice straordinario, Londra "dovrà organizzare le elezioni per il Parlamento europeo, secondo la legge dell'Ue. Se la Gran Bretagna non assolve al suo obbligo" il divorzio avverrà "l'1 giugno 2019" anche eventualmente con un no-deal.

Nella bozza di conclusioni, comunque, il Consiglio europeo si dice pronto a concedere "una proroga per permettere la ratifica dell'Accordo" di divorzio. "Se l'accordo viene ratificato prima della data", la separazione "avverrà il primo giorno del mese successivo", prosegue il testo. Nel documento però non c'è la data di estensione massima, poiché è una decisione che dovranno prendere i leader europei mercoledì.

Media: 27 pronti a concedere proroga al 30 giugno 2020 - Secondo alcuni media internazionali, che citano fonti europee vicino al dossier, i 27 leader europei riuniti mercoledì a Bruxelles per discutere della data della Brexit potrebbero proporre un rinvio dell'uscita della Gran Bretagna dall'Ue al 30 marzo 2020. La premier britannica ha chiesto un rinvio al 30 giugno, mentre alcuni Paesi sarebbero disposti a concederle più tempo, fino a fine 2019 o, ed è questa l'ipotesi, al 2020 inoltrato.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali