FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Brexit, la Corte Suprema Gb gela il governo: "Voti il Parlamento"

Brexit, la Corte Suprema Gb gela il governo: "Voti il Parlamento"

La Corte Suprema britannica ha disposto in via definitiva che la notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona per l'avvio dei negoziati con l'Ue per la Brexit dovrà essere autorizzata da un voto del Parlamento. Il verdetto dà torto al governo May che aveva presentato ricorso contro la sentenza di primo grado, invocando il diritto ad attivare l'articolo 50 d'autorità nel rispetto della volontà popolare del referendum del 23 giugno.

Contemporaneaente, la Corte Suprema ha comunque escluso qualunque potere di veto da parte delle assemblee di Scozia, Galles e Irlanda del Nord sulla Brexit, respingendo così il tentativo di far valere anche in questo caso il potere della devolution.

Il governo si è detto "deluso" dalla sentenza, ma ha fatto sapere che la rispetta e attuerà quanto richiesto dal verdetto. L'avvocato generale Jeremy Wright ha comunque sottolineato che il verdetto non mette in discussione il referendum, e ha annunciato l'immediata presentazione alle Camere di una legge ad hoc per l'avvio alle procedure di divorzio dall'Ue.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali