FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bimba sfida la security e abbraccia il Papa: "Aiuti i miei genitori, immigrati irregolari"

Sofi Cruz, 5 anni, consegna al pontefice in visita a Washington una lettera chiedendogli di parlare con Obama per una riforma della legge sullʼimmigrazione

Bimba sfida la security e abbraccia il Papa: "Aiuti i miei genitori, immigrati irregolari"

Un'occasione simile, probabilmente, non le sarebbe più capitata. Così Sofi Cruz, una bimba di 5 anni figlia di immigrati irregolari messicani, ha sfidato l'imponente sistema di sicurezza messo in piedi delle autorità di Washington per proteggere Papa Francesco e, con il consenso del pontefice stesso, ha raggiunto la papamobile. In mano una lettera: "Parli con Obama e lo convinca a cambiare la legge sull'immigrazione".

Bimba sfida la security e abbraccia il Papa: "Aiuti i miei genitori, immigrati irregolari"

Dopo un intenso abbraccio, Sofi ha raccontato al Papa la sua storia, la sua vita condizionata dal timore che, da un momento all'altro, la sua mamma e il suo papà possano essere portati via.

"Credo di avere il diritto di vivere con i miei genitori - ha poi spiegato ai media statunitensi -. Ho il diritto di essere felice. Il mio papà lavora molto in una fabbrica. Tutti gli immigrati come il mio papà hanno bisogno di questo Paese. Meritano di vivere con dignità e nel rispetto. Meritano una riforma dell'immigrazione".

Al termine dell'incontro con Bergoglio la piccola si è detta "felice" e a chi le chiede se venendo a Washington pensava che avrebbe incontrata il papa, lei risponde, sicura: "Sì".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali