FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Attrice di "E.R. Medici in prima linea" è stata uccisa dalla polizia nella sua casa in California

Vanessa Marquez, in preda a una crisi epilettica, ha estratto una pistola ad aria compressa, gli agenti le hanno sparato pensando impugnasse unʼarma vera

Vanessa Marquez, di 49 anni, nota per aver interpretato l'infermiera Wendy Goldman nella serie cult "E.R. - Medici in prima linea", è morta nella sua casa a Pasadena, in California. E' stata uccisa dalla polizia. Gli agenti erano stati chiamati dal proprietario di casa della donna perché dal suo appartamento provenivano urla. E hanno trovato la Marquez in preda a un crisi epilettica. La donna, secondo quanto riportano i media locali, stava dando segni di instabilità mentale, e a un certo punto ha impugnato una pistola ad aria compressa. Gli agenti le hanno sparato pensando che si trattasse di un'arma vera.

"Sembrava una pistola vera", ha detto uno degli agenti intervenuti sul posto. Lo riporta il Sun. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, gli agenti e uno psichiatra avrebbero “continuato a parlarle per più di un’ora e mezza nel tentativo di offrirle delle cure mediche“. A un certo punto la donna si sarebbe armata di una pistola, un’arma ad aria compressa, e l’avrebbe puntata contro gli ufficiali. E un agente le ha sparato.

La Marquez lo scorso anno aveva accusato George Clooney di averla emarginata perché aveva parlato delle molestie sessuali e della discriminazione razziale nella serie. Clooney aveva respinto tutte le accuse.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali