FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Amanda Knox in posa sui social con la tuta da carcerata: era una cosa da fare

L'ex studentessa di Seattle dice di avere una una lista di "desideri" da completare prima del suo matrimonio, e tra questi cʼera un selfie per ricordare quando era detenuta nella Casa Circondariale di Perugia

amanda knox

Forse è un semplice scatto "liberatorio", forse una "provocazione": resta il fatto che Amanda Knox trova sempre il modo di far parlare di sé. Stavolta lo fa con un selfie postato sul suo profilo Instagram con una tuta da carcerata, quella che indossava nella Casa Circondariale di Perugia quando era accusata dell'’omicidio di Meredith Kercher. E' in posa: maglia di lana, cappello nero in testa, e il pugno chiuso a mostrare i muscoli, la forza per avercela fatta. Sotto una didascalia, che spiega quello scatto: "Mancano 40 giorni al matrimonio e 267 attività da spuntare nella mia To Do List”.

“Mi sono chiusa nella sala hobby - scrive -  e ho indossato la vecchia divisa che avevo in prigione. Esattamente la stessa felpa e gli stessi pantaloni della tuta con cui vivevo nella Casa Circondariale di Perugia ‘Capanne’”.

 

L’ex studentessa di Seattle è stata definitivamente prosciolta per l’omicidio della Kercher avvenuto a Perugia nel 2007, dopo aver scontato quasi 4 anni di carcere. Convolerà a nozze con Christopher Robinson il prossimo 28 febbraio. 
 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali