FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Altra rivolta in carcere in Brasile: 10 morti, tre decapitati

La polizia ha circondato il penitenziario e chiuso le uscite

Prosegue l'ondata di violenza nelle carceri brasiliane che, dall'inizio di gennaio, conta già un centinaio di morti. Nella notte, nel penitenziario di Alcacuz, nello stato settentrionale del Rio Grande, in una sommossa tra bande rivali sono stati uccisi 10 detenuti. Zemilton Silva, coordinatore del carcere, ha spiegato che "abbiamo visto le teste di tre detenuti strappate via". La polizia ha circondato la prigione e bloccato le uscite.

Detenuti in rivolta in un carcere brasiliano: altra strage

Gli agenti non sono però ancora potuti entrare nel penitenziario per sedare la rivolta perché i detenuti sono armati.

Brasile: altra strage in carcere, 10 morti, 3 decapitati (2) L'ultima sommossa nel carcere di Alcacuz risale al novembre 2015, quando in uno dei padiglioni fu scoperto un tunnel scavato dai detenuti. Il penitenziario può ospitare 620 persone, ma attualmente i carcerati nella struttura sono 1.083.

La scia di sangue - Nella notte tra il primo e il 2 gennaio il carcere Anisio Jobim di Manaus, capitale amazzonica, è stato teatro di una carneficina con 60 morti, molti smembrati e decapitati, scatenata da una rissa tra gang rivali, la Familia do Norte e il Primeiro Comando da Capital. Solo quattro giorni dopo è avvenuta un'altra mattanza, con 33 morti, nel Penitenziario agricolo di Monte Cristo, il maggior carcere dello Stato di Roraima, nel nord del Brasile. Secondo le autorità locali, l'eccidio potrebbe essere stato provocato dalla gang Primeiro Comando da Capital per vendicarsi del massacro di suoi membri nella prigione a Manaus.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali