FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Allʼattentatore di Amburgo, in Germania da rifugiato, era stato negato lʼasilo

Secondo lo Spiegel Online il 26enne, originario degli Emirati Arabi, aveva problemi psichiatrici e di droga. Perquisito il centro dʼaccoglienza dove viveva

L'autore dell'attacco di venerdì ad Amburgo è un 26enne palestinese nato negli Emirati Arabi Uniti arrivato in Germania come rifugiato, a cui era stata respinta la richiesta di asilo. L'uomo non era però stato rimpatriato perché sprovvisto di documenti. E' quanto ha detto il sindaco di Amburgo, Olaf Scholz, mentre i media tedeschi hanno identificato l'uomo in Ahmad A., affermando che era noto alla polizia come islamista.

Amburgo, un uomo accoltella i clienti in un market: un morto

Il killer aveva soltanto un certificato di nascita negli Emirati e le autorità tedesche stavano lavorando per fornirgli documenti palestinesi, in modo da poterlo rimpatriare.

Nell'attacco al supermercato è morto un uomo di 50 anni, mentre altre sei persone sono rimaste ferite: una di loro è in gravi condizioni. Venerdì sera la polizia ha effettuato una perquisizione nel centro di accoglienza a Langenhorn, dove il 26enne viveva,.

Media: attentatore aveva problemi psichiatrici e di droga - Secondo lo Spiegel Online, una volta arrivato in Germania l'attentatore sarebbe entrato in contatto con gli islamisti. Lo stesso Spiegel riferisce anche di problemi psichiatrici del 26enne e di abuso di droga.

"Quello che mi fa arrabbiare è che il responsabile è una persona che ha chiesto protezione in Germania e che ha rivolto il suo odio contro di noi", ha detto Scholz, ringranziando i concittadini che hanno bloccato l'uomo subito dopo l'attacco, permettendone l'arresto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali