FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Afghanistan, leader dellʼIsis ucciso in un raid dellʼesercito Usa

Lʼemiro Abu Sayed, che era considerato il nuovo capo del Khorasan, è stato eliminato insieme ad altri miliziani del gruppo terroristico

Afghanistan, leader dell'Isis ucciso in un raid dell'esercito Usa

Le forze armate americane hanno ucciso l'emiro Abu Sayed, che era considerato il nuovo capo del Khorasan, la sezione dell'Isis in Afghanistan e Pakistan. Lo ha reso noto il Pentagono affermando che Abu Sayed è stato eliminato durante un raid effettuato l'11 aprile nella regione di Kunar, in Afghanistan, durante il quale sono uccisi altri miliziani del gruppo terroristico.

Abu Sayed era stato scelto per guidare il gruppo Khorasan dopo l'eliminazione dei leader precedenti da parte delle forze afghane e americane: Hafiz Sayed Khan era stato ucciso nel luglio 2016, gli era succeduto Abdul Hasib, anche lui poi eliminato nell'aprile di quest'anno.

Il raid ha avuto come obiettivo quello che è considerato il quartier generale del gruppo terroristico nella regione orientale, non lontano dal confine con il Pakistan. Le forze afghane e americane hanno lanciato un'offensiva a partire dallo scorso marzo, sottolinea il Pentagono, per "mandare all'Isis (Khorasan) il messaggio chiaro che non vi è rifugio per i suoi miliziani in Afghanistan".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali