FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Call of Duty: Black Ops Cold War cambia faccia in multiplayer: scopriamo la rivoluzione di Treyarch

Tanta carne al fuoco per il nuovo comparto multigiocatore dello sparatutto di Activision, che proporrà alcune vecchie modalità e numerose novità per conquistare ancora una volta la community competitiva

Activision ha finalmente tolto i veli dal comparto multiplayer di Call of Duty: Black Ops Cold War, nuovo capitolo della saga sparatutto che ci riporterà nel contesto storico della Guerra Fredda: con una presentazione in streaming, il colosso statunitense ha mostrato le differenti modalità, il sistema di personalizzazione dei personaggi e dell'equipaggiamento presentando inoltre il primo trailer ufficiale dedicato all'ecosistema multigiocatore, che condividerà la progressione con il battle royale Call of Duty: Warzone.

Black Ops Cold War avrà una sua storia, slegata da quella della campagna single-player (ambientata anni prima e posizionata come vero e proprio sequel del primo Black Ops), con elementi narrativi basati su fatti storici realmente esistiti. I giocatori potranno creare un operatore clandestino, scegliendone la storia compilando i fatti salienti in un dossier riservato, per poi unirsi a una vasta gamma di organizzazioni della Guerra Fredda come CIA, MI6 e KGB.

 

Il multiplayer di Black Ops Cold War ci porterà a esplorare una varietà di location sparse in ogni angolo del mondo, dal Mar Nero al deserto dell'Angola, dai contesti urbani di Mosca alle strade al neon di Miami. Le novità principali consistono certamente nell'aggiunta della modalità 6v6 VIP Escort e dell'inedita Fireteam, capace di ospitare 40 giocatori in dieci squadre da quattro soldati ciascuna, che dovranno affrontarsi all'interno di mappe su vasta scala e fronteggiare le truppe avversarie sfruttando veicoli terrestri, velivoli e mezzi navali.

 

Call of Duty: Black Ops Cold War, le immagini del multiplayer

Uno sguardo al comparto multigiocatore realizzato da Treyarch per il nuovo capitolo della saga sparatutto, che ci proietterà nell'epoca della Guerra Fredda.

 

Tornano inoltre le battaglie 12v12 di Combined Arms, mentre è stato completamento stravolto il meccanismo che gestisce le serie di uccisioni, che ora non saranno più resettate in caso di morte e potranno contare su moltiplicatori per accedere più rapidamente ad alcune abilità speciali. Activision ha confermato che Black Ops Cold War girerà a 4K su PC, PlayStation 5 e Xbox Series X, con un sistema di audio tridimensionale di nuova generazione che offrirà una resa sonora ancora più realistica e una nuova feature, chiamata Threat Priority System, che assegnerà in modo automatico priorità a determinate sorgenti sonore in fase di combattimento. 

 

Call of Duty: Black Ops Cold War supporterà il multiplayer cross-gen e il cross-play tra PC e console, permettendo a giocatori che utilizzano piattaforme diverse di giocare insieme. Ci saranno dei contenuti post-lancio gratuiti, con nuove mappe e modalità multiplayer che saranno accompagnate dal solito Battle Pass, tramite il quale Treyarch aggiungerà nuove ricompense regolarmente. Black Ops Cold War e Call of Duty: Warzone condivideranno la progressione, condividendo contenuti post-lancio dal punto di vista narrativo e proponendo nuove storie, location, armi e veicoli della Guerra Fredda nel mondo di Warzone.

 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali