FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Ruspadana": la ruspa di Salvini diventa un gioco su AppStore, ma solo per poche ore

Lo scopo del videogame era schiacciare più migranti di colore possibile. Eʼ stato oscurato

"Ruspadana": la ruspa di Salvini diventa un gioco su AppStore, ma solo per poche ore

Un paesaggio pixellato e una ruspa: i punti si guadagnano schiacciando più uomini di colore possibile. Questo videogame è comparso per poche ore su AppStore con il nome "Ruspadana". Non è difficile intuire da chi abbiano tratto ispirazione gli sviluppatori per il nuovo gioco: Matteo Salvini e il suo tormentone sulla ruspa con cui vorrebbe schiacciare i campi nomadi in Italia.

Non è una novità infatti che i giochi traggano ispirazione dalle tendenze dell'attualità o dalla vita quotidiana. Questa volta è toccato al ministro dell'Interno e alla sua famigerata ruspa il cui scopo originario è leggermente cambiato: non serve a distruggere i campi nomadi, ma a schiacciare migranti di colore.

"Ruspadana" è stato disponibile su AppStore per una giornata prima di essere oscurato.  Il gioco è stato creato da Matteo Barni, Giampiero Salemme e Marco Romano, tre sviluppatori per iOS. Non si sanno le motivazioni dietro alla trovata del gioco, con ogni probabilità si tratta di uno scherzo. Ciò che sorprende è che un videogame simile sia sfuggito al controllo di Apple.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali