FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Colobraro, il paese sfortunato tenta la fortuna, assalto al jackpot del Superenalotto

La nostra inviata è andata proprio nel paese che ha la fama di essere legato alla sfortuna per vedere se è davvero così. Ecco cosʼha scoperto...

In Basilicata esiste un paese di 1300 abitanti famoso per essere il "Paese più sfortunato d'Italia". Tanto che viene, in modo scaramantico, chiamato "Quel Paese". I negozianti vendono amuleti per scansare la sfortuna e i turisti della zona ne indossano tutti uno. Ma ora Colobraro ha deciso di sfatare questo mito sfidando la jella con una bella puntata al jackpot del Superenalotto.

Un'idea nata dal sindaco del paese. E' stato messo in piedi un maxi sistema di 1.100 quote che coinvolge quasi tutti gli abitanti del borgo per agganciare il jackpot di 93 milioni. Le vincite derivanti dalle schedine non riscosse, saranno devolute a quattro Onlus individuate dal Comune di Colobraro, ovvero, Protezione Civile Colobraro, Gianfranco Lupo - Un Sorriso alla Vita, Fondazione Italiana per l'Autismo e FAI (Fondazione Ambiente Italiano).

Gli abitanti di Colobrano sono fiduciosi e aspettano la vincita. E sulla questione della sfortuna c'è chi dice "sono tutte sciocchezze" e chi invece racconta di essere stato vittima di questa fama. Una signora racconta che i suoi compagni di classe, ai tempi della scuola, toccavano ferro quando passava lei solo perchè abitava a Colobraro. Un'altra racconta che c'è chi non ha vuoluto salire nel suo stesso ascensore dopo aver saputo la sua provenienza.

Insomma, vero o no, resta il fatto che gli abitanti di questo paesino in provincia di Matera sanno riderci sopra e sfruttano questa fama anche per incrementare il turismo: vendendo amuleti e organizzando eventi che attirino più visitatori possibili.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali