Women Power

Alberto Audenino. Abiti seducenti e femminili celebrano il Made in Italy con eleganza e innovazione

Cristalli, tulle, piume, cut-out: la collezione Spring-Summer 2024 si rivolge ad una donna glamour, mondana e audace

di Elena Misericordia
31 Gen 2024 - 05:00

Alberto Audenino nel 2014 ha fondato il brand di abbigliamento femminile che porta il suo nome. La passione per la moda e il talentuoso estro creativo del designer piemontese iniziano a manifestarsi già tra i banchi di scuola quando, quasi per gioco, realizza abiti per le amiche, utilizzando materiali di riciclo.

Alberto Audenino. Abiti seducenti e femminili celebrano il Made in Italy con eleganza e innovazione

1 di 27
© Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa

© Ufficio stampa

© Ufficio stampa

Oggi il guardaroba della donna Alberto Audenino è sofisticato e versatile e si rivolge alla eroina contemporanea, in perfetto equilibrio tra i vari impegni della vita quotidiana, abile nel destreggiarsi tra un meeting di lavoro ed un party serale. Una donna che conosce il mondo e lo esplora, assaporandolo giorno e notte, sino a cancellarne i confini, superandone i limiti di tempo, spazio e luogo. Indossa con disinvolta naturalezza un costume come fosse un body prezioso e abbraccia l’imbrunire senza passare da casa: nessuna regola se non quella di emergere, luminosa e chic, inarrivabile e leziosa.

Per la Primavera-Estate 2024 Alberto Audenino racconta una storia glamour iperfemminile, che si svolge in una località marina dai tratti paradisiaci: sabbia soffice e bianca, mare cristallino, palme verdi e rigogliose; ma anche luci sfavillanti nel buio della notte, che si consuma nel mondo frenetico e frizzante del clubbing

Una dimensione magica, quasi onirica, dove vacanziere upper-class non hanno paura di osare e scelgono, contro ogni pregiudizio, di indossare di giorno abiti e completi aderenti, quasi come una seconda pelle, impreziositi da una pioggia di cristalli, magari tenuti addosso direttamente dalla sera prima, per una colazione rilassata in riva al mare alle prime luci dell’alba. Body e costumi interi si mixano ai fuori acqua, creando dei total look forti e d’impatto.

Le lunghezze sono midi e maxi, su abiti in jersey, viscosa o be elastico, con dettagli di rouge plissé, per una proposta sexy e chic, con spacchi vertiginosi e scollature profonde, insieme a jumpsuit cut-out, che avvolgono le linee del corpo esaltandole. Non mancano look più eleganti: long dress in tulle e ricami di cristalli compongono la proposta night insieme ad abiti, top, mini shorts e giacche, arricchiti da piume vaporose.

Colori pastello e nuances delicate, come quelle del lilla e dell’azzurro cielo, coesistono con i toni del nude, per lasciare infine spazio all’intramontabile bianco e nero. Le tinte unite si mixano sapientemente al mondo stampato e così disegni dal sapore wild, come lo zebrato, dipingono la collezione insieme a un elegante flower print.

Chi è Alberto Audenino? Quali sono le tue origini e qual è stato il tuo percorso di formazione?

Sono un designer, classe 1993, decisamente bilancia. Sono nato ad Alba, un piccolo ma anche fantastico paese in Piemonte, dove ho condotto tutti i miei studi con il conseguimento di un diploma in liceo artistico. Il mio non è stato un percorso “classico”; non ho frequentato l’università, anche se in realtà avrei dovuto iniziare lo IED a Milano, dopo aver vinto una borsa di studio. Tuttavia, ho rifiutato perché avevo appena creato il mio brand e tutte le mie energie erano rivolte a questo progetto. La mia gavetta e la mia formazione sono iniziate in due uffici stile e si sono successivamente evolute in alcune consulenze, anche per aziende di tessuti: mi occupavo principalmente della ricerca di novità e tendenze. Infine sono diventato docente in una scuola d’indirizzo fashion nella mia città natale. A oggi, oltre il mio marchio, continuo a portare avanti delle consulenze esterne come fashion designer. 

Quando e com’è nato il brand che porta il tuo nome?

Il brand è nato nell’ottobre del 2014 da una mia forte passione per il mondo della moda, che ho sempre avuto sin da quando ero bambino e che è diventata realtà quando ho iniziato a farmi confezionare alcuni vestiti, secondo la mia idea di stile e di moda, dalle nonne delle mie più care amiche (che erano ovviamente delle sarte). Ho poi venduto questi abiti ad alcuni negozi e da lì è iniziata l’avventura. È stato in quel momento che ho capito che quello sarebbe stato il mio lavoro. Ho così ho deciso di commercializzare il mio prodotto e ho cercato degli showroom che ospitassero le mie creazioni. Il primo che mi abbia aperto le porte è stato a Milano.

Quali sono le cifre stilistico-distintive della collezione SS24?

Le cifre stilistico-distintive della Spring-Summer 2024 sono spacchi, cut-out, scollature e dettagli preziosi, presenti non solo in questa proposta estiva ma anche in tutte le mie precedenti collezioni. Mi definisco un eterno ossessionato dalle stampe animalier di ogni genere e di ogni tipo…infatti le ho sempre inserite, nelle collezioni invernali come in quelle estive, creando giacche, cappotti e pantaloni su cui far rivivere quel mondo seducente e selvaggio. Gli abiti che portano la mia firma sono eleganti e da sera, mai pomposi, ispirati a un’estetica al tempo stesso essenziale e sexy: un attitude irrinunciabile sia per me che per la donna che veste Alberto Audenino.

Quali saranno i capi di punta irrinunciabili nel guardaroba della prossima primavera-estate?

I capi cult, hot, saranno sicuramente gli abiti e i top in tinta nude, realizzati in tulle con dettagli di lucenti cristalli oltre che i blazer over con schiena nuda e chiusura a fiocco, assolutamente versatili, da indossare con uno short o con un pantalone boyfriend.

A quale figura femminile ti rivolgi?

Non penso a una figura femminile specifica, nella mia mente mi rivolgo a qualsiasi tipologia di donna. La collezione è ampia, si ispira sicuramente a una corrente sexy, ma prevede anche capi che possono essere abbinati facilmente senza per forza dover partecipare a una festa di gala. Più in generale, il mio target si focalizza tra i 28 e i 40 anni. Parlo alle donne che amano cambiare, cambiarsi, e che non vogliono passare inosservate.

Progetti e sogni per il futuro?

Crescere ed espanderci sempre di più. In realtà, già da questa FW24/25, abbiamo allargato la nostra distribuzione grazie a collaborazioni con nuovi showroom e ci rivolgiamo a molti clienti esteri in varie zone oltre confine. Un altro sogno nel cassetto sarebbe quello di creare una linea beauty, ma…ogni cosa al momento giusto!

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri